Genoa, primo allenamento per Mandorlini

Serie A
mandorlini_pegli

Dopo il sopralluogo effettuato ieri a Pegli, il nuovo tecnico rossoblù - annunciato dopo l’esonero di Juric - ha condotto i suoi nuovi calciatori nell’allenamento programmato per il pomeriggio: assenti Izzo e Cataldi, impegnati nello stage con la Nazionale

Primo allenamento coi calciatori - Dopo i primi passi di ieri nel mondo Genoa, Andrea Mandorlini ha guidato quest'oggi i calciatori rossoblù nella prima seduta di allenamento della settimana. Tutto il gruppo dovrà mettersi velocemente alle spalle la brutta sconfitta contro il Pescara di Zeman e iniziare così a pensare al prossimo impegno il programma la prossima domenica alle ore 15 a Marassi contro il Bologna. I calciatori sono dunque tornati a Pegli e hanno iniziato a lavorare alle 15: prime prove e riflessioni per l'ex allenatore del Verona che in mattinata, nella sede del club ha incontrato il presidente Preziosi. In campo - insieme allo stesso Mandorlini - c'erano anche il vice Alberto Maresi e Murgita (fedelissimo del club e confermato anche dopo l'esonero di Juric al pari dei preparatori Pilati, Barbero e dell'allenatore dei portieri Scarpi). Presenti anche il futuro ds Donatelli e Fabrizio Preziosi. Assente invece lo storico vice Enrico Nicolini che aveva seguito il tecnico sia in Romania col Cluj che al Verona. Nelle scorse ore era stato lui stesso a spiegare di non poter accettare la proposta del suo club a causa del suo amore per la Sampdoria, club che lo ha cresciuto da giocatore e lanciato in Serie A.

Seduta pomeridiana -
"Mio padre mi ha insegnato tra le tante cose il rispetto per la gente e l'amore per la Samp - ha scritto proprio Nicolini nelle scorse ore in un post su Facebook - se fossi andato al Genoa avrei tradito i tifosi blucerchiati e mancato di rispetto al popolo rossoblù. Penso che nella vita avere degli ideali conti ancora! Capisco che i soldi possano farti stare bene ma la coerenza con le proprie idee non ha prezzo!". Contro il Bologna la squadra tornerà ad inseguire la vittoria che manca dallo scorso novembre, sperando che il cambio in panchina posso dare la scossa necessaria. Nella seduta odierna Mandorlini ha cominciato a lavorare con i suoi metodi cercando di far capire ai calciatori che cosa pretende da loro: "Un tocco forte e veloce e poi passi la palla" ha gridato a Burdisso e compagni durante il torello. Un allenamento durato meno di due ore a cui non hanno preso parte Izzo e Cataldi, entrambi impegnati fino a domani nello stage con la Nazionale. All'esterno inoltre alcuni tifosi hanno voluto mostrare la loro vicinanza la squadra presentandosi al centro sportivo per vedere la seduta odierna. Nessuna contestazione ma grande voglia di ricominciare, il Genoa deve riprendere la sua marcia interrotta mesi fa per chiudere il modo migliore un campionato molto difficile nelle ultime settimane.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche