Genoa, Burdisso: "Serve istinto di sopravvivenza"

Serie A
mandorlini_laxalt_genoacfc

"Adesso è guerra - ha scritto il capitano rossoblù - per guadagnare punti, rispetto, fiducia e tornare a essere una sola cosa. E più siamo meglio è, Soprattutto insieme. E alla fine facciamo i conti". La prima di Mandorlini in panchina col Bologna si avvicina

Meno due giorni all'esordio sulla panchina del Genoa per Andrea Mandorlini, il neo allenatore rossoblù con la sua squadra si prepara ad affrontare il Bologna. A Marassi arriva la squadra di Donadoni in una sfida tra due formazioni che devono ritrovare la vittoria dopo un periodo complicato. Per i genovesi è successo manca dallo scorso novembre e dopo il cambiamenti in panchina - con i tifosi che peraltro manifestano tutto loro malcontento - serve una reazione forte e decisa. Dopo la richiesta di alcuni rappresentanti del tifo organizzato di non occupare la Gradinata Nord in occasione della sfida per Bologna e di non esporre striscioni, il presidente Preziosi ha voluto lasciare un breve messaggio, pubblicato sul sito ufficiale della società: "Rispetto le opinioni di tutti e accetto le critiche. In un frangente così forse sarebbe importante restare vicini alla squadra, per tirarci fuori da una situazione difficile e conquistare la salvezza il prima possibile. Non voglio fare alcuna polemica". E allora testa sul campo, dove anche oggi Burdisso e compagni si sono allenati in vista della sfida di domenica alle ore 15.

Allenamento pomeridiano - "A Pegli si respira nell’aria voglia di riscossa", scrive ancora lo stesso club. Anche oggi la squadra è rimasta in campo sino a quando c’era luce e terminato il riscaldamento sono stati eseguiti addestramenti tattici specifici, sia a livello collettivo che per reparti, cadenzati dalle istruzioni elargite dal tecnico a profusione. Poi una partitella dieci contro dieci, a perimetro ristretto, come strumento per le prove generali che verranno ripetute nella rifinitura prima del trasferimento in ritiro. Assente Edenilson per motivi personali. Mandorlini sarà l'ex della partita avendo allenato Bologna nella stagione 2005/2006, E quest'oggi l'allenatore ha diretto la seduta si allenamento programmata.

La carica del capitano -
Per cercare di compattare l’ambiente, poi, anche il capitano Nicolas Burdisso ha voluto lasciare un messaggio a compagni, società e tifosi sul suo profilo instagram: "Sono io il Capitano di questa squadra - ha scritto - oggi più che mai. Sono orgoglioso e fiero. Purtroppo ha pagato Ivan ma colpa soprattutto nostra, tocca a me da Capitano aiutare la squadra in campo ad uscire di questa situazione. Adesso è guerra, per guadagnare punti, rispetto, fiducia e tornare a essere una sola cosa. È guerra e serve l'istinto di sopravvivenza, non importa la tattica, l'avversario e niente altro. È guerra e più siamo meglio è. Soprattutto insieme. E alla fine facciamo i conti. Io metterò sempre la faccia. Con questa maglia addosso lo faccio con onore. #sempreforzagenoa".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche