Fiorentina, Sousa confermato: "Dormirò sereno"

Serie A

Rimonta granata al Franchi contro la Viola, questo il commento dell'allenatore su Sky Sport: "Sappiamo che Belotti è un giocatore importante. Lo avevamo fermato quasi sempre, ma non quando ha segnato"

Prima il doppio vantaggio, poi la rimonta del Toro. La Fiorentina guadagna un solo punto e ne butta due, perché nonostante il vantaggio iniziale con Saponara-Kalinic la squadra di Miha riesce a rimontare. Doppio Belotti (che sbaglia anche un rigore), rimonta granata. Tuttavia, Paulo Sousa "potrà dormire tranquillo". Ok il pareggio in casa, ma l'allenatore è stato confermato dalla stessa società: "Stanotte dormirò sereno, perché faccio il mio lavoro con onestà". Per ora alla guida della Fiorentina resta lui, queste le sue parole su Sky Sport.

"Non siamo riusciti a chiuderla" - Il commento di Sousa: "Non siamo riusciti a chiudere la partita quando potevamo - afferma l'allenatore - Certi giocatori determinanti sono calati, ma è normale, come Saponara che non giocava da tanto . Quando ci abbassiamo come squadra, abbiamo delle difficoltà a difendere e alcune situazioni ci stanno penalizzando". Sul gol di Belotti, chi doveva marcarlo? "Per quasi tutta la partita siamo stati bravi a raddoppiare un giocatore forte come lui, non è soltanto una questione di comunicazione". Lode al Torino comunque: "E' stato bravo nel cross, stesso discorso per Belotti nella finalizzazione".

"Le aspettative dei tifosi sono diverse dai risultati" - Continua Sousa, quando gli chiedono se ha visto la risposta dopo il 4-2 col Gladbach risponde così: "I tedeschi sono una squadra che fisicamente ha un'intensità molto alta. Oggi, con i giocatori in campo, siamo partiti bene creando e costruendo diverse occasioni da gol. Non siamo riusciti a chiuderla e ci siamo abbassati non mantenendo i ritmi alti". Fiorentina ancora in corsa per Europa League? "Noi dall'inizio abbiamo detto che volevamo essere competitivi. I nostri avversari stanno andando forte, noi dovevamo raccogliere più punti in alcune partite per quanto mostrato in campo. Questo non è successo e ci siamo allontanati. I ragazzi oggi hanno cercato di dare tutto. Questo è ciò che mi dà la fiducia per andare avanti". Infine sulla contestazione a Firenze nei giorni scorsi: "E' un'aria di pressione, le aspettative dei tifosi sono diverse dai risultati".

Saponara: "Sono quasi al top" - Debutto da titolare a gol, subito Saponara protagonista. Questo il commento dell'ex Empoli su Sky Sport: "Mi sono messo subito a disposizione, ho dato il mio contributo. Purtroppo la prossima gara sarò squalificato e non riuscirò a dare il mio contributo, ma era importante riuscire ad uscire da questa situazione a livello emotivo. In questo livello si deve entrare in campo e dare il meglio, quando una tifoseria ti mostra la sua insoddisfazione in questo modo c'è la voglia di uscire da una situazione simile, è uno stimolo. Condizione? Giocare da trequartita è sempre stata una priorità e questo modulo me la offre, ci sono le prerogative per fare un ottimo campionato. Sono quasi al top, ho avuto una distorsione e mi ha tenuto fuori. Non ho giocato partite intere per un lungo periodo, più avanti credo di arrivare a fine partita. Compagni migliori? Ho visto un gran Chiesa, ha grandi qualità per il futuro. Ma anche Borja, Kalinic e gli altri".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche