Palermo, ufficiale: Zamparini si è dimesso

Serie A

L'aveva detto e così è stato: "Sto per dimettermi, la trattativa con il fondo americano è ben avviata". Zamparini terrà una quota di minoranza fino a giugno e non sarà presidente onorario, ora è anche ufficiale sul sito del club rosanero: "Il Presidente Maurizio Zamparini comunica di aver rassegnato le dimissioni dalla carica di presidente del Palermo Calcio"

La tanto attesa svolta riguardante il futuro societario del Palermo è arrivata. Il presidente Maurizio Zamparini non è più il presidente del club rosanero. Le conferme erano arrivate proprio da Zamparini, che aveva parlato delle trattative con il fondo di investimento interessato all’acquisizione della società: “Sto per dimettermi da presidente del Palermo”, ha detto. “La trattativa con il fondo americano è ben avviata e la chiusura potrebbe avvenire nei prossimi giorni. La chiusura delle operazioni avverrà nei tempi previsti, in settimana ci saranno le dimissioni e poi tutto il resto”. Ancora poche informazioni su chi ci sia dietro questo fondo: “Non dico chi sono, mi sto divertendo. Rimarrò sicuramente ad aiutarli senza apparire, ma non sarò presidente onorario”. Zamparini terrà una quota di minoranza (25/30%) fino a giugno, il tempo necessario perché il closing venga definito.

Il comunicato della società - Questo l'annuncio sul sito del Palermo: "Il Presidente Maurizio Zamparini comunica di aver rassegnato le dimissioni dalla carica di presidente del Palermo Calcio.Entro quindici giorni verrà nominato il nuovo Presidente che verrà presentato a Palermo in conferenza stampa. Il nuovo Presidente è membro e rappresentante di un fondo anglo-americano che si è contrattualmente impegnato ad investire nei progetti del Gruppo Zamparini con priorità iniziale negli investimenti del Palermo Calcio e negli impianti sportivi da realizzare a Palermo, ovvero lo stadio ed il centro sportivo. Obiettivo degli investitori sarà riportare il club nella posizione che la città merita, quella EUROPEA, con un programma di 3-5 anni".

Mossa attesa - Sono ormai mesi che Zamparini parla del suo addio al Palermo. Proprio a gennaio aveva ammesso: “L’anno prossimo non sarò più il presidente del Palermo. Che riesca a venderlo o meno, voglio comunque lasciare le redini a dei giovani che hanno quell’entusiasmo che io ormai ho perso. Già si parlava di possibili acquirenti: “Ce ne sono un paio di potenziali, in caso non dovesse andare in porto riorganizzerò comunque l’organigramma, con un nuovo presidente e dei dirigenti che faranno il mio attuale lavoro. Nel calcio non mi diverto come prima - aveva detto - Resta la mia passione, certo: vedere i campioni in campo è come vedere una grande ballerina a teatro. Ma qui ora conta quasi esclusivamente il denaro, dovremmo ritornare ai valori di qualche anno fa, ci sto provando già da un po’".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche