Lopez: "Ho sentito Zamparini: pensiamo a giocare"

Serie A
Diego Lopez, allenatore del Palermo (getty)
diego_lopez_palermo_getty

Nella settimana delle dimissioni del presidente rosanero, la squadra è pronta ad affrontare il Torino di Mihajlovic: "Contro la Samp abbiamo rosicato - ha detto l'allenatore uruguaiano in conferenza - ma non possiamo non pensare positivo". Nestorovski ci sarà: "Ha avuto solo un affaticamente, ora si allena regolarmente"

Una settimana importante per il Palermo, tra campo e cambio societario. Le dimissioni di Zamparini hanno chiuso un’era ed entro fine stagione la società siciliana dovrebbe passare in mano a un fondo anglo-americano. Diego Lopez non è distratto dalle situazione extra-campo, ma pensa solo alla gara di domenica contro il Torino: “Sappiamo di trovarci in un momento storico, ma lo sta gestendo il presidente”, ha detto in conferenza stampa. “Noi dobbiamo pensare solo a giocare. Zamparini è venuto a dirmi tutto, sono al corrente della situazione“.

C’è il Toro - All’Olimpico nuovo appuntamento per accorciare sull’Empoli. L’allenatore uruguaiano si è concentrato in settimana soprattutto sull’efficacia dei propri attaccanti: “Per sostenerne tre dobbiamo correre tanto, i tre davanti devono essere animali. Ho portato chi mi ha dimostrato di essere pronto”. Per questo “ho escluso Trajkovski e ho portato Bonfiglio dalla Primavera. So che ci sono molti giovani, ma questa mentalità va acquisita al volo. Ho visto uno meglio di Trajkovski, non è che si sia allenato male”. A questo punto “i ragazzi sanno qual è la situazione: anche se avessero 15 anni non va bene avere certi atteggiamenti in campo. Balogh per esempio è sempre entrato con la testa giusta e, a prescindere dai suoi margini di miglioramento, ha sempre rincorso gli avversari, come Sallai. Hanno entrambi la testa sulle spalle. A Diamanti, a Jajalo e Gazzi non ho bisogno di dire certe cose, i giovani però devono capirle subito. Anche Posavec sta migliorando”.

Dopo la Samp - Lo sfortunato 1-1 del Barbera contro la squadra di Giampaolo ha comunque permesso di rosicchiare un punto all’Empoli: “Con la Samp ho visto pochi errori. Abbiamo giocato con tanta intensità ed è stato un peccato non raddoppiare nella ripresa. Il loro gol non va preso come una mazzata”. Il Torino “sta bene in classifica ed è una squadra ben organizzata, simile alla Samp, anche se giocano più sulle fasce. Bisogna migliorare, questa squadra può farlo. Far bene non è bastato, allora bisogna far meglio e cercare una grande partita per fare punti. Tutte le partite sono importanti, a prescindere dall’avversaria”.

Nestorovski c’è - Nonostante la contusione rimediata mercoledì in allenamento, il capocannoniere rosanero ci sarà a Torino: “Nestorovski sta bene, ha avuto solo un affaticamento. Oggi si è allenato con la squadra e non ci sono problemi. Gonzalez non deve dimostrare nulla, ha fatto una grande partita a Napoli e poi ha avuto un affaticamento per la sfida con la Juve, nelle altre partite ho deciso di fare una scelta tecnica. Abbiamo molta convinzione - ha continuato Lopez - Non chiudo gli occhi davanti alla partita con la Samp, ha fatto male non vincerla. Ma bisogna guardare anche il lato positivo: i ragazzi devono capire di aver fatto cose importanti e di poter dare ancora di più. Ho rosicato, ovvio. Però non posso non vedere il lato positivo”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport