Udinese, Delneri: "Meritavamo la vittoria"

Serie A
Luigi Delneri, allenatore dell'Udinese (Getty)

I friulani fermano la Juve alla Dacia Arena, è 1-1. Questo il commento di Delneri: "Sono soddisfatto perché anche chi ha giocato meno ha dato uno spunto importante per il futuro". Infine sul futuro: "C'è voglia di crescere"

Un buon punto per l'Udinese, anche se Delneri non ci sta: "Meritavamo la vittoria". Ma il pareggio ci può stare, specie contro i Campioni d'Italia della Juve. Apre Zapata, finalmente in gol dopo 3 mesi (l'ultimo a dicembre contro l'Atalanta), poi il pareggio di Bonucci. Ma i bianconeri respirano un po' dopo il momento negativo delle ultime settimane. Intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post partita, Delneri ha commentato così la prestazione dei suoi.

"C'è voglia di crescere" - "Per fermare la Juve bisogna fare così, non dare punti di riferimento, giocare negli spazi. Abbiamo dato un fattore importante per alimentare la voglia di crescere. Io allontanato? Partita tesa, per me non c'era fallo di Perica sul terzino, poi abbiamo preso l'ennesimo gol su calcio da fermo, ma abbiamo concesso poche occasioni ad un attacco importante. Abbiamo giocato con Perica che ha struttura fisica, per combattere con la Juve serve anche questo, tecnicamente sono forti. Sono soddisfatto perché anche chi ha giocato meno ha dato uno spunto importante per il futuro". Su Bonucci: "Contento di averlo allenato, un vero leader, una bella persona e un vero uomo. Complimenti per il futuro e in bocca al lupo".

"Meritavamo la vittoria" - Continua Delneri: "Non sono soddisfatto dell'1-1, dico la verità: se c'era una squadra che meritava di vincere era l'Udinese. Non siamo alla pari con la Juventus, questo è ovvio, però oggi abbiamo concesso pochissimo ed abbiamo meritato la vittoria. Zapata ha giocato bene, ha fatto una grande partita, spero che questo gol lo sblocchi un attimo e gli dia la possibilità di tornare in sintonia anche con l'ambiente. Ha forza fisica, è combattente, può darci tanto oltre al gol". E ancora: "I ragazzi hanno interpretato bene una partita molto complessa. Abbiamo ritrovato autostima, l'interpretazione è stata di grande livello. Non aver concesso tiri in porta alla Juventus è un grande vanto, la squadra ha concesso poco, con una grande forza fisica. L'espulsione? Capita, ci sono delle tensioni in campo. La squadra meritava di vincere, non di pareggiare. Abbiamo costretto i campioni d'Italia a soffrire. Rigore per la Juventus? Non hanno bisogno di quello per vincere contro di noi. Abbiamo lavorato per affrontare la gara anche a livello fisico, per opporci alla loro fisicità"

Zapata: "Dovevamo stare più attenti" - Queste le parole di Duvan Zapata, finalmente in gol dopo 3 mesi d'astinenza. Così su Sky Sport: "Sull’ uno contro uno sono riuscito a buttarmi la palla avanti e a fare goal". Sul pareggio: "Secondo me sul goal loro non c’era fallo, Perica ha preso la palla. Noi dovevamo essere un po’ più attenti. Dopo il goal loro abbiamo cercato di continuare a fare il nostro gioco e a cercare la vittoria". Infine: "Abbiamo cambiato il sistema di gioco e abbiamo giocato come giocano loro. Quando non avevamo palla ero l’unico a pressare. L’abbiamo preparata bene, siamo riusciti a mettere in campo quello che abbiamo provato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport