Belotti 22, è lui il bomber più completo d'Europa

Serie A

Grinta agonistica, lucidità sotto porta e tanti modi diversi di segnare: tutto questo è Andrea Belotti, da ieri il nuovo capocannoniere della nostra serie A. Primato europeo di gol segnati di testa e secondo posto alle spalle di Messi nella classifica della Scarpa d'oro

C'è un Gallo dalla cresta granata che guarda tutti dall'alto. Un ragazzo dalla faccia pulita e la determinazione di un Toro che proprio non vuole smettere di stupire l'Italia pallonara. 22 gol in 27 giornate, in testa alla classifica marcatori da ieri c'è lui: Andrea Belotti da Calcinate, Bergamo. Rinnovata speranza di future glorie azzurre, confermata certezza torinista tutta nel segno dei suoi numeri da record. 

Andrea bomber di corsa - Contro il suo Palermo è arrivata un'altra tripletta, la seconda della stagione, la più veloce della serie A dai tempi di un certo Shevchenko: 7 minuti e 15 secondi di furia agonistica che hanno spazzato via tutte le resistenze rosanero. In Europa, al momento, solo Cavani con 27 gol e Messi con 23 centri hanno fatto meglio del bomber di Mihajlovic, che però, rispetto ai due fuoriclasse, ha toccato molti meno palloni in area di rigore. Efficacia e concretezza in area di rigore, lucidità nelle scelte e soprattutto una determinazione senza pari sotto porta, come anche Gattuso, suo allenatore ai tempi del Palermo, ha sottolineato ieri sera al nostro Sky Calcio Club.  

Numeri da capocannoniere - Per capire la vera portata di questo bomber tutto grinta e tricolore studieremo in profondità i suoi numeri, passando attraverso l'analisi delle modialità nelle quali il granata è andato a segno in questo campionato. Partiamo dal dato più semplice: 22 gol. Gli stessi messi a segno in totale dagli ultimi due capocannonieri italiani, Luca Toni e il suo grande amico Ciro Immobile, che proprio con 22 centri avevano conquistato la classifica marcatori nel 2015 e nel 2016. Con 11 partite ancora da giocare, evidentemente sarà sin troppo facile per il Gallo superare i due colleghi e puntare magari al record dello stesso Luca Toni, che con le sue 31 reti realizzate nel 2015-16 ai tempi della Fiorentina è l'attaccante italiano che nella storia della nostra Serie A ha segnato il maggior numero di gol in una singola stagione (il record assoluto è detenuto come sappiamo da Higuain e le sue 36 reti messe a segno la passata stagione con la maglia del Napoli).

Il gallo alza la cresta - Quello che Belotti sembra aver capito meglio di tutti, però, è che per giocare a calcio, come ripetono spesso gli allenatori, ci vuole la testa. Andrea è quello che in Europa la usa meglio, soprattutto per segnare: sono già 8 infatti i gol aerei del Gallo, che quando c'è da staccare e colpire in area sembra proprio non avere rivali tra i bomber. Meglio di Cavani, Lewandowski, Icardi e Lukaku. Ma il bello di Belotti è che i suoi gol possono arrivare in ogni momento e in ogni modo. Di rapina, di potenza, in acrobazia, e d'intuito. Ma soprattutto con entrambi i piedi: oltre agli 8 centri di testa, infatti, l'attaccante granata ha segnato 9 gol con il destro e 5 con il sinistro, a conferma che il Gallo non conosce solo un modo per far gioire i propri tifosi. Forse solo Lukaku tra i grandi bomber europei ha una distribuzione equilibrata della propria vena realizzativa, mentre per tutti gli altri, come vediamo dalla lista qui pubblicata, il conto sembra nettamente sbilanciato verso il proprio piede forte. 

  • Belotti: 9 destro, 5 sinistro, 8 testa
  • Cavani: 19/4/3 
  • Lewandowski: 12/7/0
  • Aubameyang: 11/5/5
  • Cristiano Ronaldo: 14/0/4
  • Messi: 2/20/1
  • Suarez: 14/5/1
  • Kane: 15/3/1
  • Lukaku: 5/9/4
  • Dzeko: 12/6/1
  • Higuain: 13/5/1
  • Mertens: 14/4/0
  • Icardi: 10/2/5

  

Quanto vale il Gallo? - Subito dopo la tripletta al Palermo il presidente del Torino Cairo si è affrettato a corregere il tiro sulla clausola rescissoria da 100 milioni inserita nel suo contratto e valida, lo ricordiamo, solo per l'estero. "Se avessi rinnovato oggi il suo contratto", ha scherzato, "l'avrei alzata a 150 milioni minimo". Euro più euro meno, il valore di Belotti sta crescendo domenica dopo domenica, soprattutto per l'incidenza nel rendimento offensivo del suo Torino: grazie ai suoi 22 gol il Gallo, infatti, Belotti ha realizzato il 43% di tutte le 51 marcature messe a segno dalla squadra di Mihajlovic. Metà squadra, in sostanza. Ma se allarghiamo il confronto e prendiamo in considerazione i rendimenti offensivi delle squadre che giocano nei principali campionati europei, ecco che il dato diventa strabiliante, perché da solo Belotti ha messo a segno di gol di ben 8 club. 
  • Crotone (21 gol)
  • Laganes (21)
  • Ingolstadt (21)
  • Wolfsburg (21)
  • Middlesbrough (19)
  • Nancy (18)
  • Darmstadt (15)
  • Empoli (15)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche