Fiorentina, Sousa: "Vittoria meritata"

Serie A
Paulo Sousa, allenatore della Fiorentina (Getty)

Tre punti importanti per la Viola: "Abbiamo creato tanto e siamo stati premiati, ci abbiamo creduto fino alla fine". Poi su Federico Chiesa, bella partita dell'esterno del '97: "E' un giocatore che ha tutti i valori" 

Sousa mette subito le cose in chiaro: "Vittoria meritata!". Perché contro il Cagliari, all'Artemio Franchi di Firenze, la sua Viola ha creato veramente tanto: sempre pericolosa. Sempre protagonista della gara, tra un grande Federico Chiesa e il solito Nikola Kalinic, decisivo con un gol al 90esimo su assist di Tello. Gioco, partita, incontro. E tre punti fondamentali per la Viola: "Ci abbiamo creduto". Questo il commento di Paulo Sousa su Sky Sport nel post partita.

"Vittoria meritata" - Così Sousa: "Siamo stati premiati per quello che abbiamo fatto, abbiamo preso delle scelte importanti e sapevamo che in alcuni spazi c'erano problemi a livello individuale, ma alla fine siamo riusciti a vincere e sono contento per questo". Un commento sulla gara di Chiesa: "Lo dico dall'inizio, è uno che ha tutti i valori. Qualità calcistica e umana, abbiamo bisogno di tutti con questo spirito, la squadra ha cercato di vincere fino alla fine e siamo stati premiati. Vittoria meritata". Su Bernardeschi: "La prima parte è stato influente, determinante nelle sue capacità di passaggi creativi, meno nella fase difensiva. Abbiamo preso una decisione di giocare con un playmaker e sappiamo cosa può costarci in fase di non possesso, poi ho voluto giocare diversamente e l'ho tolto. I ragazzi ci vengono incontro, si propongono, chi entra vuole vincere e l'abbiamo dimostrato. Abbiamo creato tanto".

"Bel gol di Kalinic" - Continua Sousa: "Tutte e due le squadre hanno meritato di vincere la partita. Siamo riusciti a creare anche quando si abbassavano in blocco. La seconda parte è stata molto più equilibrata, e siamo stati premiati grazie al bellissimo gol di Kalinic. Questa è la situazione che abbiamo, ma cerchiamo di cambiarla. I ragazzi scendono in campo con tutta la volontà di onorare la maglia in tutte queste difficoltà e questo mi rende orgoglioso. I tifosi sono sempre quelli che si devono esprimere quando le cose non vanno - continua Sousa - sono attaccati alla maglia da quando sono nati e se non sono soddisfatti hanno tutto il diritto di esprimersi. Abbiamo scelto di rischiare contro una squadra fisica. In alcune zone di campo i duelli per noi erano complicati. Nel secondo tempo siamo stati più equilibrati, dominando meglio i ritmi e i cambi di velocità del gioco. Nel primo tempo eravamo più allungati e le distanze tra i reparti erano lunghe, permettendo all'avversario di attaccare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport