Napoli, Sarri: "Facciamo sempre i soliti errori"

Serie A
Maurizio Sarri durante Empoli-Napoli (getty)

L'allenatore azzurro stizzito per i due gol subiti nel finale: "Diventiamo spesso passivi, ci complichiamo la vita e fatichiamo a migliorare", ha detto dopo il 3-2 di Empoli. Sulle gare delle 12.30: "Mi fanno schifo". Hamsik: "Guardiamoci allo specchio"

Un Napoli a due facce quello che al Castellani ha battuto l’Empoli 3-2. Trequarti di gara giocati quasi alla perfezione, poi il crollo e i due gol subiti nel finale: “Nel primo tempo abbiamo giocato bene, poi sono stati commessi i soliti errori quando abbiamo provato a gestire. Diventiamo passivi, ci complichiamo la vita e fatichiamo a migliorare”, ha detto Maurizio Sarri, stizzito, a fine gara. “Abbiamo avuto molte difficoltà in partita, ma sono maggiori gli aspetti positivi che portiamo a casa. Se fossimo rimasti sull'1-0 non avremmo concesso così tanto. Sapevamo che sarebbe stata dura, mi aspettavo una loro reazione”. Una critica, poi, alle partite di mezzogiorno: “Non capisco perché stiamo giocando così spesso alle 12.30, mi fa schifo scendere in campo a quest'ora e a differenza di altri lo dico apertamente”.

Da Jorginho a Mertens - L’uscita dal campo del centrocampista ex Hellas Verona ha disorientato il Napoli: “È stato tolto perché era ammonito e il caldo stava facendo allungare le squadre”, ha continuato Sarri. “Ha fatto benissimo, ma sarebbe stato rischioso tenerlo in campo. Non appena è uscito abbiamo fatto male tutti, evidentemente ho fatto un ca*****”. Ora la sosta: “Non arriva nel momento giusto, perché non abbiamo problemi fisici e quindi non la sfrutteremo, servirà solo a far affaticare i nostri calciatori con le Nazionali”. Su Mertens, ancora decisivo da numero nove: “Quando un giocatore esplode come lui è ovvio che può essere anche un caso. Lo avevamo provato da centravanti già in estate, in questo sistema di gioco può farlo tranquillamente”. Ora, in vista, c’è la Juventus: “Sarà difficile preparare una partita con pochi giocatori, ma per fortuna gare come questa si preparano da sole"

Hamsik: “Guardiamoci allo specchio” - Contrariato il capitano azzurro a fine gara: “Siamo contenti per la vittoria, ma dobbiamo guardarci allo specchio e ripensare al secondo tempo. Non si può rischiare di pareggiare una partita così. Forse eravamo stanchi, qualcuno aveva i crampi. Roma? Non ci siamo solo noi e loro per il secondo posto, ma pure Lazio ed Inter. L'obiettivo è comunque quello: penso sia difficile arrivare al primo e allora vogliamo entrare in Champions direttamente”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport