Sassuolo, Dell'Orco: "Stagione non è deludente"

Serie A
Cristian Dell'Orco, difensore del Sassuolo (Getty)
cristian_dell_orco_sassuolo_getty

Il giovane difensore neroverde ha parlato in conferenza stampa: "Ho sempre dato il massimo e ho cercato di sfruttare le opportunità. Spero nella convocazione in Nazionale, Di Francesco ha lanciato tanti giovani ma ci sono stati anche tanti episodi che ci hanno penalizzato"

A inizio stagione Cristian Dell’Orco non pensava di poter trovare così tanto spazio nella formazione di Eusebio Di Francesco; gli infortuni di numerosi compagni gli hanno però permesso di ritagliarsi un posto nelle gerarchie del Sassuolo e oggi il giovane difensore classe 1994 ha parlato in conferenza stampa delle sue sensazioni e delle emozioni vissute in queste prime partite giocate in Serie A nel corso di questa stagione. Queste le sue parole in conferenza stampa: "Mi sono sempre impegnato negli allenamenti sin dall’inizio perché volevo ritagliarmi i miei spazi - ha detto - ultimamente ci sono riuscito e spero di poter continuare così. Ho giocato partite complicate ma in Serie A nessuna partita è facile. Speravo di avere questa opportunità, non è che me l’aspettavo. Ho dato sempre tutto".

Sulle motivazioni e sul percorso in questa stagione -
"Cosa è cambiato rispetto a inizio campionato? Magari ho dimostrato di più in allenamento o magari è cambiata l’idea che l’allenatore aveva nei miei confronti - ha continuato il calciatore - io mi sono sempre sforzato per fare bene e continuerò a farlo”. E su Di Francesco: “Il mister ha lanciato parecchi giocatori giovani, ce ne sono tanti in squadra e lui non ha paura di farli giocare. Secondo me la filosofia di questo club è giusta anche se in Italia manca un po’ questa volontà. Giocare in Serie A è una grande motivazione per me come per tutti, non puoi non avere motivazioni giocando a questi livelli".

Sul futuro - "Nel calcio bisogna sempre dimostrare, da qui alla fine cercherò di fare il meglio possibile; poi spetterà al Sassuolo decidere cosa fare ma io spero di far parte della squadra anche il prossimo anno. E poi spero nella nazionale Under 21 anche se penso solo ad allenarmi e a giocare; poi se verrà la convocazione sarò orgoglioso. Più giochi più prendi confidenza, tra A e B la differenza è tanta, sto capendo cosa vuol dire giocare a questi livelli. Secondo me questa sosta ci può fare bene, anche se siamo in pochi possiamo crescere fisicamente; lavoreremo per tornare con la Lazio più carichi e motivati".

Sulla stagione
- Proprio contro la Lazio Dell’Orco ritroverà uno degli avversari più ostici incontrati in questo stagione: "Felipe Anderson può cambiare la partita da un momento all’altro, è quello che mi ha impressionato di più. In questa stagione ci sono stati episodi e cose che hanno reso la nostra annata non esaltante, anche se in tante partite per la prestazione meritavamo ma anche per demeriti nostri non sono arrivati punti. Non è una stagione deludente, l’Europa League toglie molte energie soprattutto se gli infortuni fanno sì che giochino sempre gli stessi. Noi puntiamo a scendere in campo per vincere ogni gara, a fine anno tireremo le somme".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport