Lazio, Inzaghi: "Prossimi due mesi fondamentali"

Serie A
Simone Inzaghi, allenatore della Lazio (Lapresse)
inzaghi_laziomilan_lapresse

L'allenatore biancoceleste fissa l'obiettivo: "Sono fiducioso, la squadra conosce le proprie potenzialità". Sul derby: "Normale che ci penso, ma la testa è al Sassuolo". Anderson in Nazionale: "Merita di essere chiamato". Infine de Vrij: "Sta bene e sarà convocato". Keita: "Affaticato, ma ci sarà"

"Sarà una settimana importantissima". Eh sì, Inzaghi parla chiaro e fissa gli obiettivi: prima il Sassuolo, poi il derby di Tim Cup contro la Roma. "Non voglio sentir parlare dei giallorossi". Sul terzo posto: "Arrivano due mesi fondamentali, importantissimi. Saranno decisivi per la stagione". Testa ai neroverdi or,a, queste le parole di Inzaghi in conferenza stampa.

"Settimana importantissima" - "Quando si rientra dalle Nazionali di solito si è un po' stanchi per le partite e i viaggi. Ma sono rientrati tutti, ho visto la squadra in buono stato, ci stiamo preparando per domani". Settimana importante: "Si, abbiamo partite difficili, ma non voglio sentire parlare di Cagliari o Roma, voglio solo pensare al Sassuolo. Avremo una partita complicata, ma ho visto la squadra con la faccia giusta". Sul derby: "Normale che nella testa ci sia il pensiero. Ma come ho già detto non penso né alla partita precedente né alla Roma. Dovremo fare una delle migliori prestazioni, il Sassuolo sta bene e ha recuperato giocatori importanti. Quelli che scenderanno in campo dovranno dare il 100%, vogliamo proseguire il nostro cammino". Su de Vrij: "Ho convocato 20 giocatori, tutti disponibili. Abukar giocherà con la Primavera, Tounkara non è stato convocato. Domani decido. Vogliamo tornare a vincere",

Capitolo Keita - "Ha lavorato molto bene, oggi aveva un po' di dolore all'adduttore. Gli abbiamo fatto saltare la partitella finale; mentre De Vrij può partire dall'inizio come gli altri 3 centrali". Sul Sassuolo: "Sappiamo che affrontiamo una partita impegnativa. Avendone giocati tanti, per preparare il derby so che è meglio farlo con un risultato positivo alle spalle. La mia testa è solo al Sassuolo, dovrò scegliere gli uomini che domani mi offriranno le migliori garanzie. Chi scenderà in campo dovrà dare il 120%, tutti i singoli dovranno mettersi al servizio della squadra. Il gruppo ha un'identità precisa, dovremo cercare di vincere, sono convinto che faremo una grande gara". Su Felipe Anderson in Nazionale: "Penso che debba essere chiamato, sta facendo grandissime cose. Il Brasile sta facendo benissimo, la sua crescita credo sia monitorata dal ct. Di conseguenza arriverà la chiamata se continuerà a fare bene". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport