Pescara, Zeman: "Pensavo di poter incidere di più"

Serie A
Zdenek Zeman, allenatore del Pescara (Lapresse)
18_zeman_lapresse

Il boemo ammette: "Quando sono arrivato pensavo di poter incidere di più sulla squadra, invece non è stato così. Cosa chiedo ai miei ragazzi? Una cosa difficile, la salvezza". Poi sul Milan: "Giocano un calcio molto offensivo"

Adriatico sold out ormai da giorni, in casa Pescara il desiderio è quello di provare a riaprire un discorso salvezza che al momento sembra davvero complicato, anche perché il calendario di certo non aiuta. "Affrontare il Milan spero sia una motivazione per dare tutto, bisogna provarci comunque sempre, specialmente in casa per dimostrare che ci possiamo stare in questo campionato, in questa categoria. Con la pausa della Nazionale ho lavorato fisicamente e tatticamente con quelli che ho avuto a disposizione, vedremo quali e quanti saranno i frutti di questo lavoro", le parole di Zdenek Zeman in conferenza stampa. L’allenatore del Pescara presenta così la sfida di campionato contro il Milan in programma domani alle 15 all’Adriatico: "I miglioramenti nella mia squadra li ho visti nella partita di Avezzano, spero che bastino per affrontare il Milan. Quella rossonera non è una squadra che si difende, ma gioca un calcio molto offensivo. A Sensi ho fatto comprare Montella e mi è dispiaciuto non averlo potuto allenare. Lapadula è un giocatore che  può giocare il mio calcio, mi piace, è uno che non si arrende mai! Sinceramente quando sono arrivato pensavo di poter incidere di più, invece non è stato così", le parole amare dell’allenatore del Pescara.

Probabile formazione - Zeman che ha dato anche indicazioni sul possibile undici da schierare in campo contro i rossoneri: "Campagnaro e Bahebeck hanno giocato poco e in settimana ho lavorato con loro, sceglierò la formazione solo  domani. Kastanos in Primavera fa dei grandi numeri, ma deve capire che in prima squadra è tutta un'altra cosa. La squadra ha le qualità ma è abituata a giocare diversamente. Per poter imporre il mio calcio non ci sono le basi. Brugman? Adesso lo vedo solo esterno d'attacco. Coulibaly a sorpresa? È tesserato, non sarebbe una sorpresa vederlo in campo. Io chiedo ai miei ragazzi una cosa molto difficile, voglio la salvezza", ha concluso Zeman. Questa la probabile formazione che il l'allenatore del Pescara manderà in campo domani dal primo minuto: (4-3-3) Bizzarri; Zampano, Campagnaro, Bovo, Biraghi; Memushaj, Muntari, Verre o Coulibaly (ballottaggio tra i due) a centrocampo, in attacco tridente composto da Benali, Bahebeck e Caprari.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche