Milan, De Sciglio: "Rinnovo? C'è poco da dire"

Serie A
Mattia De Sciglio: "Le partite contro le big sono più facili da preparare" (LaPresse)

Il terzino del Milan non è preoccupato: "Sono serenissimo. In base a quello che accadrà in società valuteremo il da farsi". E sulla lotta all'Europa dice: "Dobbiamo dare il massimo e sperare nei passi falsi delle altre squadre"

L'ultimo pari contro il Pescara ha frenato le ambizioni europee del Milan. Mattia De Sciglio però non ha alcuna intenzione di mollare: "Rimangono ancora 8 partite per la corsa all’Europa. È il nostro obiettivo e dovremo fare di tutto per centrarlo - dice a margine dell'evento "I giovani, lo sport e Mattia De Sciglio" -. La fascia di capitano ha un grande peso, soprattutto con la maglia del Milan, e ha una grandissima importanza pensando ai giocatori che l’hanno indossata. È sicuramente un piacere indossarla in questo momento in cui mancano Montolivo e Abate, sto cercando di onorarla al meglio. Cosa è successo a Pescara? Ci aspettavamo una gara diversa. Abbiamo analizzato la partita, penso sia stata più una questione mentale. Era un match in cui dovevamo fare 3 punti per rimanere attaccati alle squadre davanti e non perdere terreno; abbiamo iniziato male, siamo andati in crescendo. Contro queste squadre una volta che la partita si mette in un certo modo poi è dura fare risultato. La prossima settimana sarà importante tra derby e closing? Noi non ci pensiamo più di tanto, siamo concentrati sul Palermo. Sarà difficile, soprattutto dopo Pescara che ci obbliga a fare 3 punti. Poi penseremo al derby. Quelle del closing sono cose societarie".

Sul rinnovo

Il terzino rossonero si sofferma poi sulla questione rinnovo: "Io sono serenissimo, sto pensando a dare il massimo. Ho ancora un anno di contratto, come altri miei compagni. Le persone che lavorano per me mi hanno detto che c'è poco da dire, nel senso che non ci si è ancora seduti e quando sarà il momento più opportuno, anche in base a quello che accadrà in società, ne parleranno e valuteremo il da farsi. Non ci si è ancora trovati a parlarne".

Difficoltà contro le piccole

L'attenzione si sposta infine sul finale di campionato: "Preoccupa di più affrontare le piccole o le big? Le partite contro Roma, Inter o Atalanta si preparano da sole, le altre sono quelle più difficili perché ti devi preparare bene a livello mentale. Il rischio è avere cali di concentrazione come a Pescara. Io credo che sono stati passi avanti rispetto alle passate stagioni. All’andata abbiamo fatto buone prestazioni, abbiamo preso 3 punti magari anche soffrendo. Lottiamo contro altre squadre forti per lo stesso obiettivo. Dovremo avere più voglia di loro e sfruttare qualche passo falso delle altre se capiterà. Speravamo nella sconfitta dell’Inter, noi guardiamo la classifica e cerchiamo di entrare in Europa. Dobbiamo fare il massimo, poi si tireranno le somme” conclude De Sciglio.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport