Serie A, tutte le altre: gol e highlights

Serie A
Omar El Kaddouri, calciatore dell'Empoli (fonte Getty)

Importante vittoria per la salvezza per l'Empoli, che vince il derby a Firenze. Doppio botta e risposta e 2-2 tra Genoa e Lazio, il Crotone pareggia 1-1 a Torino. Il Cagliari travolge il Chievo (4-0), nessun gol tra Palermo e Bologna. Sassuolo-Samp 2-1

Genoa-Lazio 2-2

10' Simeone (G), 45' Biglia (L), 78' Pandev (G), Luis Alberto (L)

Tante emozioni a Marassi, nel giorno del ritorno sulla panchina del Genoa di Marco Juric. I rossoblù vogliono superare il momento negativo, la Lazio invece punta a riscattare la brutta sconfitta contro il Napoli di domenica scorsa. In una partita che inizia male, però, per i ragazzi di Simone Inzaghi. Il Genoa infatti la sblocca già al 10’, con un bel gol di testa di Giovanni Simeone: il ‘Cholito’ trasforma un cross dalla sinistra di Palladino, ritrovando la via della rete dopo nove partite. Il Genoa sembra aver ritrovato l’intensità dei giorni migliori, scossa dal ritorno di Juric. La Lazio, però, reagisce e riesce a trovare il pareggio proprio nel finale del primo tempo. Burdisso respinge con la mano un tiro da fuori area di Felipe Anderson, l’arbitro Maresca assegna il rigore ai biancocelesti. Lamanna respinge il tiro dal dischetto di Lucas Biglia ma non può nulla poi sul successivo tap-in dello stesso centrocampista argentino. Partita bella e combattuta, nel primo così come nel secondo tempo. Dove, a sorpresa, ci pensa Goran Pandev a segnare il 2-1. Il macedone entra al 61’ al posto di Veloso e, dopo 18 minuti, va in gol deviando di testa un cross di Lazovic. Grande gioia per Pandev, che ritorna a segnare in Serie A dopo tre anni, proprio contro la sua ex squadra. Anche questa volta, però, la Lazio pareggia nel finale con Luis Alberto, che raccoglie una respinta della difesa avversaria e batte Lamanna con un bel tiro da fuori. 

Fiorentina-Empoli 1-2

37' El Kaddouri (E), 64' Tello (F), 90' Pasqual (E)

Derby toscano tra una Fiorentina alla ricerca di punti per rientrare in corsa per l’Europa ed un Empoli che vuole difendersi dall’attacco del Crotone in ottica salvezza. Sfida importante, quindi, al di là della rivalità tra le due squadre. E la partita offre emozioni sin dai primi minuti, con occasioni da una parte e dall’altra. Skorupski salva l’Empoli prima su Tello e poi su Borja Valero, dall’altro lato è invece Thiam a sprecare. La gara si sblocca soltanto al 37’, in favore della squadra di Martusciello: cross di Thiam dalla destra, Tatarusanu non è perfetto nell’uscita e El Kaddouri lo punisce con un tiro sporco ma efficace. La Fiorentina reagisce e trova il pareggio nella ripresa. Al 64’ è Tello a trasformare un preciso assist di Borja Valero, portando così il risultato sull’1-1. Nel recupero, però, è l'Empoli a trovare il gol vittoria con un calcio di rigore trasformato da Manuel Pasqua. Tre punti pesanti per la squadra di Martusciello, che allunga a +5 sul Crotone.

Torino-Crotone 1-1

66' Belotti (T), 81' Simy (C)

Quarto risultato utile consecutivo per il Torino, che però non si ripete dopo la bella vittoria di Cagliari. Al Crotone non riesce invece una nuova impresa, dopo quella contro l’Inter allo Scida, ma porta comunque a casa un punto importante su un campo difficile. Nonostante questo, però, la squadra di Nicola non riesce ad accorciare ulteriormente dal quartultimo posto occupato dall’Empoli, a causa della vittoria degli uomini di Martusciello a Firenze. Cordaz è in grande giornata, vero incubo granata soprattutto nel primo tempo. Almeno due buoni interventi, prima su Ljajic e poi su Belotti, poi anche un miracolo su Maxi Lopez. L’ultima grande parata nel recupero, su un destro dalla distanza di Adem Ljajic. Qualche intervento anche nella ripresa, su Iago Falque soprattutto, poi la resistenza di Cordaz e del Crotone cade al 66' quando Andrea Belotti trasforma un calcio di rigore. Vantaggio vanificato però da un errore della difesa granata, che all'81' porta al gol di Simy, bravo a trasformare un assist di testa di Nalini. Finisce 1-1 tra Torino e Crotone.

Cagliari-Chievo Verona 4-0

11’ Borriello (C), 15’ Sau (C), 40’, 90’ Joao Pedro (C)

È una gara entusiasmante quella tra Cagliari e Chievo Verona, con i sardi che dilagano già da inizio partita e costringono gli ospiti a gettare la spugna fin da subito. Gialloblu praticamente assenti durante tutto il primo tempo, eccezion fatta per un palo colpito da Meggiorini (poi out per infortunio) sul risultato di 1-0. Ben tre gli squilli nei primi 45’ per i rossoblu di Rastelli, che hanno aperto e chiuso la pratica in poco tempo: prima con Borriello, poi grazie ai gol Sau e Joao Pedro. Il brasiliano si è poi ripetuto nel finale, siglando il decimo gol della sua stagione. Grazie al suo tridente il Cagliari festeggia al Sant’Elia, si ferma invece un Chievo decisamente insufficiente, ma  già salvo da un pezzo.

Palermo-Bologna 0-0

Poteva essere la gara della speranza per il Palermo, invece i rosanero hanno letteralmente perso per strada due punti. E, vista la vittoria dell’Empoli, ormai anche la possibilità di salvarsi. In 11 contro 10 dal 25’ del primo tempo, la squadra di Bortoluzzi (quinto allenatore della stagione, ndr) non è riuscita a portare a casa una vittoria che sarebbe potuta essere fondamentale in funzione salvezza. Dopo un inizio di gara poco convincente e, come detto, l’espulsione di Pulgar per il Bologna, i rosanero hanno sprecato numerose occasioni per conquistare i tre punti, soprattutto nella seconda frazione. Inutile l’affondo nel finale (Sallai e Diamanti più volte pericolosi), il Palermo spreca un’occasione d’oro e adesso vede l’Empoli ancora più lontano.

Sassuolo-Sampdoria 2-1

Vittoria che vale doppio per Di Francesco, che per una volta non solo non subisce una rimonta ma la impone a un avversario - la Samp - specializzato nel ribaltare i risultati. I neroverdi, che hanno ospitato la squadra di Giampaolo al Mapei Stadium, sono passati sotto alla mezz'ora incassando un gol fortunoso e ai limiti della regolarità. Un tiro di Silvestre deviato dal braccio di Schick ha portato in vantaggio i blucerchiati, mandando le squadre all'intervallo sul risultato di 0-1. 
In avvio di ripresa, però, Ragusa pareggia i conti su assist di Pellegrini. A completare la rimonta ci pensa Acerbi, anche lui ispirato dal piede di Pellegrini (ma in questo caso l'assist arriva da calcio d'angolo). Tre punti che permettono al Sassuolo di agganciare il Bologna a quota 35 punti, a -10 dalla Samp.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche