Empoli, Martusciello: "Reazione forte"

Serie A
L'esultanza dei calciatori dell'Empoli dopo il successo sulla Fiorentina (Getty)

Una vittoria che avvicina in maniera significativa la sua squadra alla salvezza, l’allenatore della formazione toscana commenta così il successo sulla Fiorentina: "Reazione forte, i ragazzi non hanno mai mollato di un centimetro"

Un successo dal forte profumo di salvezza, perché la vittoria dell’Empoli sul campo della Fiorentina riporta la formazione allenata da Giovanni Martusciello a distanza di sicurezza sul Crotone, adesso distante cinque lunghezze. "Vincere partite come questa nella fase finale del campionato è importante, per ottenere questi tre punti ci abbiamo messo molto del nostro. I ragazzi sono stati straordinari per abnegazione e voglia di non sottomettersi alla discesa verticale avuta nell’ultimo periodo: c’è stata una reazione forte, la vittoria finale è molto importante", il commento di Giovanni Martusciello dopo il successo per 2-1 contro la Fiorentina al Franchi. Esattamente come vent’anni fa, quando a decidere fu proprio uan rete dell’attuale allenatore dell’Empoli: "Ho ripensato al mio gol decisivo di vent'anni fa al Franchi ma al di là di questo, tre punti così non sono facili. E’ passato tanto tempo, avevo ancora i capelli biondi, è stato però bello rivivere certe sensazioni", le parole di Martusciello.

Martusciello: "La squadra non ha mai mollato"

"Come spiegare il successo contro la Fiorentina di oggi? Nei momenti di difficoltà non abbiamo mai lasciato un centimetro al caso e oggi si è raccolto qualcosa di importante. I ragazzi sono stati straordinari, anche nel periodo buio mi sono sempre congratulato con loro per le prestazioni che mettevano in campo, anche magari nelle sconfitte: siamo stati penalizzati dai risultati, in alcuni casi meritavamo qualcosa di diverso. Con questo successo ci siamo fatti un bel regalo per Pasqua", ha concluso l’allenatore dell’Empoli Giovanni Martusciello.

Pasqual: "Rigore? Sono un professionista, nessuna rivincita"

A decidere la gara contro la Fiorentina, un calcio di rigore al terzo minuto di recupero realizzato da Pasqual. Il terzino dell’Empoli, ex viola, commenta così il gol che avvicina la sua squadra alla salvezza: "C'era qualche problema, più di qualcuno aveva qualche acciacco, anche Pucciarelli che era l'unico attaccante: in quei momenti devono venire fuori personalità e tranquillità, mi hanno detto di andarlo a tirare e l'ho fatto. Sono un professionista serio e l'ho segnato, all'ultimo minuto. Non è una vendetta sportiva specie verso i tifosi che non se lo meritavano, ma c'era da calciare un rigore al 90', tanti erano in difficoltà e qualcuno doveva tirarlo: non è stato un affronto ai tifosi che mi hanno voluto bene, probabilmente l'ho fatto per mia figlia e mia moglie sedute in tribuna", le parole del calciatore dell’Empoli.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport