Empoli, Martusciello: "La vittoria non è decisiva"

Serie A
Giovanni Martusciello, allenatore dell'Empoli (fonte Getty)

L'allenatore dell'Empoli dopo la vittoria con il Milan: "Non è decisiva, siamo rimasti bruciati altre volte. Oggi festeggiamo, da domani si ricomincia a lavorare. El Kaddouri? Giocatore straordinario ma ora vanno fatti i complimenti a tutta la squadra"

Seconda vittoria consecutiva per l’Empoli, scatto importante per la salvezza. Dopo la Fiorentina al Franchi, la squadra toscana riesce a battere anche il Milan a San Siro. Rossoneri colpiti dai gol di Mchedlidze e Thiam, successo sorprendente per l’Empoli che quindi si avvicina ulteriormente all’obiettivo stagionale. Anche se, per Giovanni Martusciello, non è ancora arrivato il momento di festeggiare. "Non è decisiva –ha dichiarato l’allenatore dell’Empoli - Noi siamo rimasti bruciati altre volte, quindi bisogna restare sul pezzo. Mancano cinque partite e ci sono quindici punti a disposizione, bisogna farne qualcuno in più del Crotone, del Palermo e del Pescara. Per questo la vittoria di oggi non è decisiva. Bisogna festeggiare questo successo con il Milan ma da domani bisogna pensare già alla partita di domenica prossima, che è determinante come lo è stata quella con la Fiorentina e quella di oggi".

Nonostante l’impresa a San Siro, però, l’Empoli non ha guadagnato punti sulla zona retrocessione, a causa della vittoria del Crotone a Genova con la Sampdoria. "Ma possono dire la stessa cosa loro – precisa Martusciello – Avrebbero recuperato punti se noi non avessimo vinto con il Milan. Quindi, in questo senso, abbiamo pareggiato la situazione".

"La squadra ha mostrato impegno e volontà"

Decisivi i gol di Mchedlidze e Thiam ma, in questa fase del campionato, l’Empoli sta trovando un super El Kaddouri. Il centrocampista ex Napoli, arrivato a gennaio per sostituire Saponara, sembra aver trovato la giusta condizione e sta facendo la differenza. "E’ un calciatore straordinario, sia in termini di finalizzazione che di assist – prosegue Martusciello – L’abbiamo acquistato a gennaio, ora stiamo beneficiando di queste azioni di questo giocatore forte. Ma quando fai due prestazioni e imprese di questo genere, i complimenti non possono andare ad un solo calciatore ma vanno fatti a tutta la squadra, che ha messo a disposizione grande impegno, grande volontà e voglia di restare in questa categoria".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport