Atalanta, Gasperini: "Punto pesante, pareggio meritato"

Serie A
Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta (Getty)

"Nel primo tempo siamo stati quasi perfetti, il calo della ripresa è dovuto al fatto che la Juventus ha alzato i ritmi e siamo andati in difficoltà sul gioco aereo - ha detto il tecnico nerazzurro - queste sono partite che rimangono e che danno forza all'intero gruppo. Futuro? Penso solo a raggiungere Europa"

L’Atalanta ferma la corsa della Juventus, allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia finisce 2-2. Un autogol di Spinazzola pareggia il vantaggio di Conti, poi segna Dani Alves e nel finale Freuler consegna un punto a testa. Continua dunque la corsa all’Europa dell’Atalanta - ora a 64 punti in classifica in attesa di conoscere i risultati delle dirette avversarie. Nel post partita ai microfoni di Sky Sport l’allenatore dei bergamaschi Gian Piero Gasperini ha analizzato così la sfida e il risultato di serata.

Sul risultato e sul gruppo

"È stata una bella serata per noi, abbiamo giocato con volontà e anche con qualità; abbiamo fatto una partita importante contro una squadra fortissima e usciamo da questa gara con un solo punto che però è veramente pesante ai fini della classifica, forse non è determinante però queste sono partite che rimangono e che danno forza all'intero gruppo. Avevo chiesto ai tre difensori di accorciare su Dybala e devo dire che tutti hanno fatto una grande partita perché se si lascia spazio agli attaccanti della Juve si è visto di che cosa sono capaci là davanti. Gomez è straordinario, ha raggiunto una maturità top, giocava relegato sulla fascia e adesso gioca ovunque, ha qualità tecniche di un giocatore di grandissimo livello. Il calo della ripresa è dovuto al fatto che la Juventus ha alzato il ritmo e questo ci ha creato alcuni problemi, ogni volta che abbiamo potuto abbiamo risposto ma siamo calati un po' nelle riproposizioni, abbiamo cercato di ripartire per essere pericolosi ma è chiaro che non potevamo giocare 90 minuti come avevamo fatto nel primo tempo, averlo fatto già per 70 minuti è un ottimo risultato e un grande merito per noi".

Sulla gara

"La prima metà di partita e devo dire che è stata perfetta non solo in fase difensiva - dove abbiamo concesso veramente poco - ma anche vista la qualità che siamo riusciti a mostrare; abbiamo giocato veramente bene, abbiamo tenuto il possesso palla e creato numerose opportunità; sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire ma sapevamo che anche loro potevano sbagliare qualcosa. Poi siamo andati in difficoltà sul gioco aereo e questo è un po' un peccato però secondo me il risultato è molto importante per noi e tutto sommato è anche giusto. Qual è stato il momento chiave di questa stagione? Posso dire che quando ho iniziato la preparazione avevo già intenzione di fare queste cose dall’inizio, ma come spesso succede non sempre si riesce a fare quello che si vuole. Il mercato poi non ci ha permesso di sfoltire una rosa numerosa e questo andava un po' contro quello che era il progetto iniziale. Per questo ci è voluto un po' più di tempo, poi il fatto di essere un po' in difficoltà di risultati ha portato ad un inizio un po' complicato devo però dire che non pensavo di riuscire a viaggiare con questa media una volta superate le partite iniziali in cui abbiamo fatto vedere grande difficoltà".

Sul futuro

"Sapevo di avere dei giovani forti e importanti ed è per questo che ho scelto questo progetto. Futuro? Non voglio parlare di rinnovo adesso, voglio arrivare in Europa e poi - dico la verità - non penso ancora ai sogni che ci possono attendere. Ho avuto la fortuna di raggiungere l'Europa League con il Genoa, è chiaro che poter arrivare quest'anno in Europa con l’Atalanta sarebbe una gratificazione enorme per me e per tutti, farlo con una stagione così bella, con così tanti giovani in rosa è anche meglio; vedremo come andrà finire, al momento il mio sogno è quello di fare i punti necessari per arrivare a conquistare questo traguardo insieme alla città, alla mia squadra e alla mia società".

Le parole del centrocampista

Pochi secondi dopo il fischio finale l'autore del definitivo pareggio ha parlato così ai microfoni di Sky Sport: "Questo è un gol molto importante non solo per me ma per tutti noi - dice Remo Freuler - abbiamo pareggiato al 90º e questo punto per noi è molto importante. Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, nel secondo la Juve - che aveva fatto un po' fatica - è tornata a giocare molto bene, noi abbiamo sbagliato un po' troppi passaggi e quindi abbiamo subito l'avversario; ma siamo molto contenti per questo pareggio, sono felice per la squadra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche