Conti e la scommessa con l'agente: dopo l'orologio, il Range Rover

Serie A
Andrea Conti, difensore goleador dell'Atalanta (Getty)

"Se segni 7 gol ti regalo la mia Range Rover". Detto, fatto. E scommessa vinta per il terzino nerazzurro, che grazie alle sue buoni prestazioni in campionato guadagna una macchina nuova e lascia l'agente... a piedi

Metti una sera a cena, tra agente e giocatore. Giochi di scommesse pre-campionato: "Se segni cinque gol ti regalo il rolex che ho al polso". Il ragazzo in questione è un difensore, sarebbe un bel traguardo. "Ok, ma se ne segno 7 mi regali anche il Range Rover...". Risposta affermativa. Scommesse ratificate e... vinte entrambe! Perché Andrea Conti, terzino destro dell'Atalanta reduce da una grandissima stagione, con la Juve ha segnato proprio il settimo gol in campionato, vincendo la scommessa col suo agente Mario Giuffredi. Niente Range Rover, Giuffredi è rimasto a piedi e senza macchina. Con Conti sorridente per aver raggiunto l'obiettivo prefissato segnando a Buffon. E l'agente? Pazienza per la macchina, è comunque felice di aver perso una scommessa contro il suo assistito, un classe '94 già seguito da grandi club di Serie A (Napoli, Inter, Milan) ed esteri (Chelsea, anche Bayer Monaco). Intanto, Conti segna e sogna con la sua Atalanta, ancora in lotta per un posto in Europa League. 

Gasperini sul pareggio con la Juve

"È stata una bella serata per noi, abbiamo giocato con volontà e anche con qualità; abbiamo fatto una partita importante contro una squadra fortissima e usciamo da questa gara con un solo punto che però è veramente pesante ai fini della classifica, forse non è determinante però queste sono partite che rimangono e che danno forza all'intero gruppo. Avevo chiesto ai tre difensori di accorciare su Dybala e devo dire che tutti hanno fatto una grande partita perché se si lascia spazio agli attaccanti della Juve si è visto di che cosa sono capaci là davanti. Gomez è straordinario, ha raggiunto una maturità top, giocava relegato sulla fascia e adesso gioca ovunque, ha qualità tecniche di un giocatore di grandissimo livello. Il calo della ripresa è dovuto al fatto che la Juventus ha alzato il ritmo e questo ci ha creato alcuni problemi, ogni volta che abbiamo potuto abbiamo risposto ma siamo calati un po' nelle riproposizioni, abbiamo cercato di ripartire per essere pericolosi ma è chiaro che non potevamo giocare 90 minuti come avevamo fatto nel primo tempo, averlo fatto già per 70 minuti è un ottimo risultato e un grande merito per noi". E ancora: "Sapevo di avere dei giovani forti e importanti, è proprio per questo che ho scelto questo progetto. Futuro? Non voglio parlare di rinnovo adesso, voglio raggiungere l' Europa League e poi - vi dico la verità - non penso ancora ai sogni che ci possono attendere". Gasperini's dream.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport