Serie A, Empoli. Martusciello: "Facciamo valere le motivazioni"

Serie A
Giovanni Martusciello, allenatore dell'Empoli (fonte Getty)
martusciello_ansa

L'allenatore dell'Empoli alla vigilia della sfida col Bologna: "Non siamo nelle condizioni di poter fare calcoli, dobbiamo vincere e basta. Loro sono salvi, noi no: dovremo far valere le motivazioni. Il Castellani non può essere uno svantaggio, la condizione psicologica è fondamentale"

Appuntamento importante al Castellani, l’Empoli attende il Bologna per la seconda gara interna consecutiva. Dopo le vittorie contro Fiorentina e Milan è arrivata la battuta d’arresto contro il Sassuolo, ora Giovanni Martusciello vuole gli ultimi punti per festeggiare la salvezza.

"Se si fanno calcoli questa potrebbe essere la partita decisiva, ma noi non siamo nelle condizioni di poterlo fare – ha dichiarato l’allenatore in conferenza stampa – Dobbiamo fare una partita importante, senza farsi trascinare. Veniamo da una sconfitta e dobbiamo trovare la giusta reazione". L’Empoli arriva a questa partita dopo una settimana difficile, condizionata anche dall’episodio che ha visto coinvolto Mchedlidze. "I ragazzi però si sono allenati bene, non ci facciamo condizionare da quello che succede all’esterno. Speriamo solo di poter festeggiare come accaduto dopo le partite di Firenze e di Milano. Il Bologna? Noi abbiamo maggiori motivazioni, questa cosa deve fare la differenza. Loro sono salvi, noi no. Dovrà essere un vantaggio, senza ovviamente eccedere. E’ una squadra che difende con tutti gli effettivi, sono molto bravi a ripartire. Hanno individualità importanti, non dobbiamo creargli dei vantaggi come è successo contro il Pescara". 

"La condizione psicologica è fondamentale"

Ultimamente i risultati migliori l’Empoli li ha trovati in trasferta, ad esempio proprio nelle partite contro Fiorentina e Milan dove sono arrivate due belle vittorie. Seguite, però, dalla sconfitta interna con il Sassuolo. Domani si giocherà di nuovo al Castellani e per Martusciello, questo, di certo non sarà uno svantaggio: "Mi fa strano pensare che sia così. Con il Sassuolo ad esempio, nel secondo tempo, abbiamo creato tanto. A volte però la palla non vuol saperne di entrare, altre volte invece basta toccarle e va in porta. La condizione psicologica, in questi casi, conta moltissimo. Ma noi non dobbiamo pensare a quello che dovrebbe essere, dobbiamo solo agire. Abbiamo 12 punti a disposizione e dovremo cercare di farne il più possibile per raggiungere questa salvezza". Sulla formazione: "Krunic e Mchedlidze non stanno bene, entrambi saranno indisponibili. Jakupovic? E’ un ottimo giocatore, rispecchia la nostra politica. Ha fisicità, ci può stare alla grande. Anche se si allena con noi da appena 10 giorni ma potrà tornare utile". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport