Bologna, stagione finita per Di Francesco. Vicino il croato Bradaric

Serie A
Federico Di Francesco, attaccante del Bologna (getty)
di_francesco_bologna_getty

L'esterno rossoblu dovrà stare fermo per circa 3 settimane a causa di una lesione del semitendinoso destro: a rischio anche l'EuropeoU21, che si terrà in Polonia tra un mese. Il Bologna si muove intanto sul mercato: vicino il 25enne centrocampista croato del Rijeka Filip Bradaric

Ultima settimana di campionato anche per il Bologna, che terminerà dunque sabato sera una stagione lunga e a tratti molto complicata. Al Dall’Ara arriverà la Juventus, che ha conquistato il titolo di campione d’Italia proprio nell’ultimo weekend di Serie A. Contro i bianconeri non ci sarà sicuramente uno dei giocatori più in spolvero di Roberto Donadoni, ovvero Federico Di Francesco: per il figlio di Eusebio una lesione di primo grado del semitendinoso destro. I tempi di recupero, si legge sul sito ufficiale degli emiliani, sono stimati in 2-3 settimane. Per il classe 1994 campionato finito, ovviamente, e a rischio c’è anche l’Europeo U21, che si terrà in Polonia a partire dalla metà del mese di giugno. In vista della gara di sabato sarà probabilmente out anche Domenico Maietta, che sta svolgendo un programma differenziato.

Bradaric si avvicina

Il Bologna è già da settimane con la testa alla prossima stagione, quando si dovrà necessariamente migliorare la 15esima piazza del campionato che sta per terminare. A tal proposito potrà sicuramente venire in soccorso il calciomercato: sulla lista del ds Bigon c’è per ora soprattutto Filip Bradaric, 25enne centrocampista del Rijeka campione di Croazia, per cui i rossoblu sono disposti a offrire circa 5 milioni di euro. L’affare sembra si possa già chiudere nelle prossime ore, dopo che il ragazzo era stato cercato già a gennaio da club di Premier League come il WBA, che aveva però deciso di non accettare l’alta richiesta di 10 milioni di euro. Un profilo, quello di Bradaric, adatto a ricoprire il ruolo di Dzemaili, partite per il Canada a inizio maggio. Tanta esperienza internazionale per il classe 1993: con la sua nazionale è stato infatti punto di riferimento delle squadre minori dell’U19 e U21, ma anche della formazione maggiore. È stato convocato per la prima volta nelle partite di qualificazioni ai Mondiali di Russia nelle gare contro Islanda e Irlanda del Nord, a novembre.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport