Calendario Milan 2018: il cammino dei rossoneri in A

Serie A

Domenico Motisi

Tutto il calendario del Milan per la stagione 2017-2018 dopo il sorteggio. Scopri il cammino degli uomini di Montella nella nuova serie A su Skysport.it

Una partenza "soft" contro Crotone e Cagliari, poi la Lazio dopo la sosta tra la seconda e la terza giornata. Big match anche prima e dopo la seconda pausa per le nazionali: l’1 ottobre arriva la Roma a San Siro mentre il 15, terminata la sosta, è tempo di derby contro l’Inter. La prima da avversario di Bonucci allo Stadium sarà all’undicesima di ritorno il 31 marzo 2018 mentre lo scontro diretto Champions contro il Napoli è programmato per il 19 novembre alla tredicesima d’andata.

Si parte all'Ezio Scida

Sarà il campionato che restituirà quattro italiane direttamente ai gironi di Champions, il primo in cui l’arbitro potrà usufruire del Var e il primo che vedrà per le squadre in campo nel periodo natalizio. Una stagione che il nuovo Milan di Montella inizierà contro la squadra che nella scorsa stagione è stata capace di realizzare un vero e proprio miracolo: il Crotone. I rossoneri affronteranno subito i calabresi allo stadio Ezio Scida dove ad aprile non sono andati oltre l’1-1. Nella prima giornata del 2016/2017 fu Bacca a regalare la vittoria con una tripletta contro il Torino di Belotti, in Calabria non ci sarà il colombiano, chissà se al centro dell’attacco rossonero sarà invece presente proprio il “Gallo” granata. Sarà una partenza apparentemente “soft” visto che nella seconda giornata il Milan ospiterà a San Siro il Cagliari prima della sosta del 3 settembre (lo scorso anno, dopo il match del Meazza contro il Torino, Montella e i suoi volarono a Napoli dove furono sconfitti per 4-2).

I primi big match e il derby

Come detto, fu il Napoli a inaugurare nella scorsa stagione i big match del Milan che non riuscì a frenare l’impeto di Milik al San Paolo. Quest’anno sarà la terza giornata, quella contro la Lazio all’Olimpico, che testerà la consistenza dell’undici di Montella. Si tratterà di una partita indicativa anche perché è la prima dopo la sosta che vedrà l’Italia impegnata nella sfida decisiva per la qualificazione mondiale al Santiago Bernabéu contro la Spagna. Lo scorso anno, il rossoneri ripartirono male (perdendo in casa contro l’Udinese) dopo la pausa di settembre ma superato quello scivolone arrivò il periodo migliore dell’intera stagione con i sei risultati utili consecutivi culminati con la vittoria sulla Juventus il 23 ottobre. Se il Milan dovesse sfoderare questo stato di forma anche nella stagione 2017/2018, sarebbe una grande notizia per i tifosi rossoneri visto che in questo lasso di tempo ci saranno i match contro la Roma il primo ottobre e il derby contro l’Inter il 15. Tra le due super sfide la seconda pausa. Lo scorso anno questa sosta portò bene al Milan che vinse sia prima (4-3 al Sassuolo) dia dopo con il successo 3-1 a Verona contro il Chievo.

Ottobre di fuoco: c’è anche la Juventus

È la partita che Leonardo Bonucci e tutti i tifosi bianconeri avranno segnato nel calendario. L’ex difensore della Juventus dovrà però aspettare prima di tornare da capitano del Milan allo Stadium: il match è infatti previsto per il 31 marzo del 2018. Il primo scontro contro i suoi ex compagni sarà quello di San Siro del 29 ottobre che chiuderà un mese cruciale in cui Montella e i suoi affronteranno anche Roma e Inter. È la penultima fatica prima della terza sosta (il 5 novembre c’è il Sassuolo), al rientro ecco l’ultimo big match: il 19 novembre si va al San Paolo di Napoli per lo scontro Champions contro gli azzurri di Sarri.

Natale con la Dea, capodanno Viola

Una delle novità di questo campionato sarà l’abolizione della pausa natalizia (la Serie A si fermerà a gennaio) e sotto l’albero rossonero ecco la sorpresa dalla stagione passata: a San Siro, Babbo Natale avrà le sembianze di Gianpiero Gasperini e i doni ai suoi ex compagni Kessie e Conti proveranno a portarli “Papu” Gómez e Petagna. Nessun riposo neppure nella settimana che precede la notte di San Silvestro: in perfetto stile inglese, anche le italiane scendono in campo e, nel caso dei rossoneri, si saluterà un 2017 sconvolgente (in tutti i sensi) a Firenze contro una fiorentina del tutto rinnovata. Ovviamente sarà la stessa Fiorentina a concludere la stagione rossonera a San Siro il prossimo 20 maggio.

Ci sarà un altro calo come nel 2017?

Un calendario particolare, dunque, quello del Milan che vedrà i big match tutti concentrati nel mese di ottobre per quanto riguarda il girone d'andata e tra la fine di febbraio e l'inizio i marzo nel girone di ritorno. Proprio questa coincidenza fa un po' storcere il naso all'ambiente rossonero visto che questo è stato il periodo che ha preceduto un vistosissimo calo nella scorsa stagione in cui il Milan, dopo la sconfitta di Torino contro la Juventus, ha vinto soltanto tre match contro Chievo, Palermo e Bologna. Rossoneri che, tra l'altro, quest'anno avranno anche l'impegno in Europa League e non possono permettersi due mesi come quelli di marzo e aprile del 2017. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche