Roma, Strootman: "Dobbiamo sempre lottare per lo scudetto"

Serie A

Il centrocampista giallorosso sprona i compagni: "Abbiamo un buon gruppo, stiamo lavorando e saremo pronti per l'inizio di campionato. Con la conferma di De Rossi e Nainggolan siamo più forti". E su Di Francesco dice: "Dobbiamo fare ciò che ci chiede. Disponibile a giocare ovunque"

"Dobbiamo sempre lottare per lo scudetto". Poche, significative parole. Soprattutto se a pronunciarle è Kevin Strootman, pronto a diventare in maniera definitiva il leader della Roma. L'olandese fissa l'obiettivo dei giallorossi e suona la carica ai compagni: "Abbiamo un buon gruppo - racconta in esclusiva ai microfoni di Sky Sport -. Ci sono tanti nuovi giocatori, qualcuno è andato via, ma qua si può lavorare bene. Son due settimane che siamo insieme e siamo pronti per questo anno. Sono felice che De Rossi e Nainggolan siano rimasti alla Roma. Daniele è il nostro capitano, Radja lo volevano tutti i grandi club d'Europa, ma è rimasto qui e sono contento. La dirigenza ha fatto un gran lavoro per tenerli qua e con loro siamo più forti". Il centrocampista analizza poi le prime settimane di ritiro con il nuovo allenatore: "Di Francesco vuole cambiare qualcosa, ma è normale - dice l'olandese -. Vuole fare il suo gioco. Per questo abbiamo bisogno di tempo, abbiamo ancora tre settimane per essere pronti per il campionato. Stiamo lavorando bene, lui è chiaro nelle cose che vuole fare e noi dobbiamo dimostrare sul campo ciò che vuole". "Anche la scorsa stagione abbiamo giocato tante partite col 4-3-3, lui preferisce giocare così - conclude Strootman -. Si può anche cambiare, io ho giocato l’anno scorso e gli ultimi anni come mezz’ala. Mi trovo bene a sinistra, a destra o centrale. Non cambia tanto per me".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche