Scudetto, Champions e sorprese: i pronostici di Adani & Ambrosini

Serie A
Adani e Ambrosini negli studi di Sky Sport

Dalla lotta per lo Scudetto alla corsa per la Champions League, passando per Dybala, i mancini della Serie A e le possibili sorprese (Torino e Fiorentina su tutte). Ecco i pronostici di Lele Adani e Massimo Ambrosini

Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

Let's go, è iniziata la Serie A. E dopo le partite di sabato è già tempo di pronostici. Eh sì, piacciono un po' a tutti e se ne parla molto. "Chi vince lo Scudetto?". E ancora: "Chi sarà il nuovo capocannonienere?". "La sorpresa invece?". Una serie di domande sulla Serie A. E negli studi di Sky Sport, subito dopo la vittoria del Napoli per 3-0 sul Verona, Massimo Ambrosini e Lele Adani provano a rispondere a colpi di... previsioni. Dalla lotta per lo Scudetto alla corsa per la Champions (che da quest'anno avrà 4 posti), fino alle possibili sorprese. Ecco i pronostici.

1. PRONOSTICO SCUDETTO

Adani: Juventus, Napoli e Inter. 

Ambrosini: Juventus e Napoli.

ADANI: Secondo "Lele" la scelta dell'Inter è tutt'altro che illogica, in quanto i nerazzurri possono dar fastidio a tutte le squadre. Hanno voglia di riscatto dopo l'esclusione dall'Europa e hanno inserito giocatori di qualità. In più, bisogna considerare il lavoro di Spalletti, gli innesti mirati a rinforzare la rosa e l'idea di rinnovamento della società. Potrebbe essere la mina vagante del girone, pronta a lottare per i primi posti. E non ha le coppe...

AMBROSINI: Secondo "Ambro", invece, la Juve resta la favorita perché ha inserito giocatori che hanno elevato sia la qualità che la quantità della rosa. E se dovessero mantenere questo tipo di ossatura possono nuovamente dire la loro. L'eventuale permanenza del Napoli, invece, sarà determinante in virtù di qualche passo falso da evitare. Qualche sconfitta in più della Juve potrebbe compromettere la corsa allo Scudetto. In breve: deve "tenere botta".

2. CORSA ALLA CHAMPIONS LEAGUE

Adani: Milan e Roma

Ambrosini: Milan, Inter e Roma.

ADANI: "Lele" inserisce Milan e Roma e manda l'Inter in avanti, per la corsa Scudetto. Gli investimenti dei rossoneri sono importanti e la nuova società puntare alla Champions. La Roma, invece, nonostante la rivoluzione, sia in panchina che a livello societario (vedi Monchi direttore sportivo e Totti in dirigenza), lotterà per un posto nell'Europa dei grandi.

AMBROSINI: fuori l'Inter, dentro Roma e Milan per l'ex centrocampista. 

3. DYBALA E I MANCINI DELLA SERIE A

Secondo Adani "ogni squadra dovrebbe avere un mancino, sono l'essenza della qualità del calcio". E in Serie A, quest'anno, ce ne sono davvero molti: oltre a Paulo Dybala, spazio anche a Ilicic, Politano, Birsa, Ricky Alvarez, Defrel, Suso, Bernardeschi e tanti altri. Senza contare Iago Falque, Suso e Berardi. Dal mercato, però, ne sono arrivati altri: è il caso di Ounas, fantasista del Napoli di Sarri, Amato Ciciretti del Benevento, Gil Dias della Fiorentina. Anche Douglas Costa (Juve), Cengiz Under (Roma) e il giovane Orsolini (Atalanta), reduce da un'ottima stagione con l'Ascoli. Secondo Adani è una piazza dove può emergere, al di là di Ilicic (al momento titolare). Anche Under, classe '97, può fare molto bene. Stesso discorso per l'ex Bordeaux, anche lui '97 e primo cambio del Napoli: "Mancino sicuramente da seguire".

4. LE POSSIBILI SORPRESE

Adani: Fiorentina e Torino.

Ambrosini: Fiorentina.

ADANI: Qualità, personalità e acquisti che intrigano. Secondo Adani, sono questi gli ingredienti principali della nuova Fiorentina di Pioli. Hanno perso Vecino, Borja, Gonzalo Rodriguez, Bernardeschi e Kalinic, è vero, ma sono arrivati diversi calciatori in cerca del salto di qualità: è il caso di Veretout, centrocampista classe '93, Eysseric dal Nizza, Gil Dias e il Cholito Simeone. E con un uomo di calcio come Stefano Pioli possono stupire. Capitolo Torino: ha tenuto Belotti, ma ha cambiato tanto. Dentro Bonifazi, Lyanco, N'Koulou e un sistema di gioco differente rispetto all'anno scorso. Dalla teoria alla pratica, il Toro pronto a stupire ancora.

AMBROSINI: "Ambro" non inserisce il Torino perché ormai è già una realtà consolidata, insieme a Lazio e Atalanta (di scena in Europa League). Riguardo la Fiorentina, invece, non avrà le coppe dopo diversi anni e potrà confrontarsi con una preparazione diversa, allenandosi tutte le settimane per preparare una sola partita. Ci sono tutte le condizioni per fare bene, anche dopo aver venduto diversi giocatori: "Il campionato quest'anno è davvero molto bello!".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche