Wanda Nara: "Icardi fu convocato dall'Italia, rifiutò per l'Argentina"

Serie A

La moglie ed agente di Icardi racconta: "E' stato convocato due o tre volte, ma ha rifiutato perchè era sicuro della convocazione dell'Argentina. Quando è arrivata, è stata una gioia per tutti. Futuro? Ha rinnovato tre volte da quando è all'Inter, stiamo bene a Milano ma se dovesse decidere di andare via lo seguiremmo"

Passato, presente e futuro di Mauro Icardi. Raccontato da chi, come Wanda Nara, sta con lui quotidianamente sia in ambito sentimentale che lavorativo Agente, moglie e, come da lei stessa svelato, anche amica. Wanda racconta Mauro, durante una lunga intervista rilasciata al canale argentino Telefe: "E' vero, Mauro è stato convocato due o tre volte dalla Nazionale italiana ma ha rifiutato perchè voleva l'Argentina – ha detto la moglie ed agente dell'attaccante argentino - Era sicuro che prima o poi l'avrebbero convocato, eravamo io e i miei figli ad essere super ansiosi. Mauro già sapeva dell'ultima convocazione, aveva parlato con il ct. Ma io sono scaramantica ed anche i bambini sono impazziti di gioia".

"Ha rinnovato tre volte, sta bene a Milano"

Sul contratto di Icardi, aggiunge: "Abbiamo rinnovato tre volte con l'Inter da quando Mauro e' arrivato in nerazzurro. Quando altri club si sono fatti avanti per Icardi, l'Inter ha fatto di tutto per tenerlo con sé, migliorando le condizioni economiche. Il nostro rapporto con la dirigenza è ottimo, anche dal punto di vista personale: quando sono nati i nostri figli, ci hanno fatto molti regali. A noi come famiglia conviene restare a Milano, i bambini vogliono rimanere lì. Mauro è felicissimo ed è anche il capitano. Non è nostra intenzione lasciare Milano, anche se poi per lavoro Icardi dovesse farlo noi lo seguiremmo".

"Storia con Maxi ingigantita, Mauro mi dà sicurezza"

Infine, Wanda ritorna sulla storia con Maxi Lopez. "Era un po’ donnaiolo ma gli uomini sono un po’ così – racconta - Mauro mi ha dato sicurezza, tranquillità. Eravamo amici, aveva 7 telefoni. Ora è cambiato tantissimo, me l’ha detto anche il presidente. E’ molto tranquillo, è veramente anti-vita sociale. Con Maxi non erano così amici, erano solo compagni di squadra. E’ ovvio che ci fossero foto insieme, ma niente di più. Hanno mai parlato della situazione? Sì, un paio di volte. Ripeto, sono più le chiacchiere fuori che la realtà. Si vedono anche ai compleanni dei ragazzi. L'amore dei bambini per Mauro non crea problemi verso Maxi, credo che sia più una questione esterna. Per esempio ho avuto tutta la famiglia di Maxi a casa. E’ più che quello che si vede sui media che la realtà. All’inizio, quando eravamo separati da poco, c’era più tensione ma ora la situazione è assolutamente tranquilla. Il mio rapporto con Mauro? Tutti pensano che io sia la parte dominante della coppia ma non è affatto così, Mauro ha un carattere fortissimo". 

I più letti