Torino, Rincon: "Che calore il tifo granata! Nel derby faremo furore"

Serie A
Tomas Rincon con il direttore sportivo del Torino, Gianluca Petrachi
torino_rincon

Il centrocampista ha parlato oggi in conferenza stampa: "Niang è un grande calciatore, può darci tanto. Sono contento di ritrovare tanti vecchi amici che avevo al Genoa. Andrò a Superga per respirare la storia granata"

Tomas Rincon, una pedina fondamentale del nuovo Torino, il giocatore che deve provvedere all’equilibrio generale della squadra. Personalità e carisma non mancano, al centrocampista, arrivato dalla Juventus. Nonostante la provenienza bianconera, non ha fatto fatica a farsi apprezzare dai tifosi granata. “Sto vivendo momenti belli con una nuova squadra. Per me è una nuova sfida. Sto sentendo dentro il fuoco necessario per questa avventura. La cosa che mi ha colpito subito è stato il calore del popolo granata. Poi ho trovato una squadra e una società sane: il presidente ha fatto grandi sacrifici anche quest'anno per allestire una rosa all'altezza di un bel campionato” ha esordito in conferenza stampa il venezuelano. Che è tornato sulla vittoria di ieri: “I tre punti di Benevento sono molto importanti: loro ci hanno messo in difficoltà, ma dobbiamo imparare anche a soffrire e portare comunque a casa dei punti. Bisogna essere una squadra più equilibrata quando si va in trasferta, ma sicuramente cresceremo con il tempo. In squadra ci sono tanti elementi nuovi e non possiamo che migliorare. Peccato per gli infortuni occorsi ad Obi e Acquah: speriamo di averli il prima possibile. Saremo però pronti per la partita di domenica: è rientrato Baselli e anche Gustafson si sta allenando molto bene”.

Rincon: “Visiterò Superga per respirare la storia”

L’inizio di Rincon è stato caratterizzato da qualche fallo di troppo. “Una delle mie caratteristiche è l'agonismo, ma non mi preoccupano i due cartellini gialli rimediati in questi primi match. Europa? Dobbiamo pensare ad una partita alla volta, mantenendo sempre equilibrio e dando sempre il massimo” ha proseguito il calciatore. Tra meno di due settimane ci sarà il derby con la Juventus e l’atmosfera è già carica: “Lo affronteremo con furore perché così si deve affrontare quella partita. Niang è un grande calciatore. Deve trovare la forma ed entrare nei meccanismi della squadra, ma ci può dare tanto. Sono contento di ritrovare anche altri giocatori che erano con me a Genova”. Rincon lascia intravedere anche un lato più umano, quando si parla del suo paese e della storia del club. “L'attuale situazione in Venezuela? Da lontano è ancora più dura, sento sempre la mia famiglia, so cosa stanno passando. Il Venezuela merita di vivere in modo diverso. Andrò oggi a Superga con mia moglie, così avrò modo di respirare da vicino la storia granata” ha concluso il centrocampista.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche