Pecchia: "Nessuna condanna, voglio salvare l'Hellas Verona"

Serie A
Fabio Pecchia, allenatore dell'Hellas Verona (Getty)
pecchia_getty

L'allenatore gialloblu in conferenza prima della Sampdoria: "Non siamo contenti, ma proviamo a vincere su tutti i campi. Cerci non partirà titolare". Sulla sua posizione: "Sembra che la sentenza sia già stata pronunciata, col Verona retrocesso dopo quattro partite. Io vado avanti e penso solo a salvare la mia squadra"

Quattro sconfitte consecutive, zero punti in classifica: l’Hellas Verona di Fabio Pecchia è già a un bivio decisivo per la sua stagione. Dopo il pesante KO contro la Roma, la squadra gialloblu è pronta a contendersi i primi punti del campionato contro la Sampdoria, mercoledì sera al Bentegodi. “Siamo i primi a non essere contenti di questi risultati”, ha detto in conferenza stampa l’ex secondo di Benitez. “Noi vogliamo cercare di vincere sempre, in tutti i campi, anche in trasferta. Un solo attaccante troppo poco? Possiamo giocare anche a due, perché no. A Roma abbiamo giocato con un modulo diverso. Quello che conta è l’atteggiamento e noi dobbiamo offrire una prestazione diversa. Ma adesso non è questa la priorità, adesso dobbiamo affrontare le partite con ben altro atteggiamento”. Sul sentirsi in discussione: "Sembra che la sentenza sia già stata pronunciata, col Verona retrocesso dopo quattro partite. Io vado avanti e penso solo a salvare la mia squadra".

"Dobbiamo segnare di più. Cerci non sarà titolare"

Undici reti subite e solo un gol fatto dall’Hellas in questo impietoso inizio di stagione: “Questi dati non si possono contestare. Per vincere dobbiamo tirare più in porta e fare gol. Chi al posto di Souprayen? Non ho numerose alternative, undici li troverò per scendere in campo. Difesa a tre? Non ci sposteremo dalla linea a quattro”. Su Cerci, Pecchia sicuro: “Non sarà in campo ma ha fatto due allenamenti con noi. Che squadra è la Sampdoria? Dobbiamo ripartire immediatamente. Non ci sono partite abbordabili in Serie A. Pazzini, ripeto, è il nostro capitano migliori condizioni. Speriamo tutti di rivedere lo stesso Pazzini ammirato con la Sampdoria. Le voci che girano? La sentenza è già stata pronunciata, siamo già fuori dai giochi dopo quattro giornate ma io vado avanti lo stesso. Penso solo a salvare l’Hellas Verona”. Risposta dura poi alla domanda posta sul contrasto tra Ferrari e Fossati durante la gara con la Roma: “Penso sia una domanda fuori luogo. Di partite ne ho viste e di questi episodi pure”, ha concluso l’allenatore gialloblu.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche