Club più giovani d'Europa: il Milan c'è, ma la Premier?

Serie A
Solo il Milan di Cutrone rappresenta l'Italia tra i 100 club più giovani d'Europa secondo il CIES (Foto Getty)
00_giovani_getty

L'osservatorio calcistico CIES ha stilato il ranking dei club più giovani in Europa, elenco dettato dall'età media delle formazioni schierate in avvio di stagione. Nei 5 tornei più importanti domina il Lille del Loco Bielsa, bene Germania e Francia. Solo il Milan tra le italiane nella top 100, Inghilterra assente

La rivoluzione dei giovani, un valore aggiunto per il Milan che verrà. Archiviata una faraonica campagna acquisti, eccellenza confezionata dalla coppia Fassone-Mirabelli e dalla nuova proprietà cinese nella figura di Li Yonghong, i rossoneri si collocano tra i club votati alla linea verde in tutta Europa. Lo conferma lo studio del CIES, osservatorio calcistico che nel suo approfondimento settimanale ha elencato squadre e campionati continentali per età media considerando gli impegni d’inizio stagione. Si può ricavare che i ragazzi di Montella sono l’unica portacolori italiana nella top 100, raggruppamento dove latita pure la Liga rappresentata dal solo Valencia mentre dominano Germania e Francia. Piuttosto è andata decisamente peggio all’Inghilterra, assente illustre nel ranking dedicato ai più giovani.

Diavolo Under-25

Posizione numero 55 per il Milan, 6° in classifica considerando solo la top 5 dei tornei d’Europa. L’età media di 24.80 anni viene premiata dalle conferme di Donnarumma, Romagnoli e Calabria in difesa, talenti accompagnati dalle new entry Kessié e Calhanoglu fino a Suso e André Silva in attacco, reparto dove si è consacrato soprattutto il 19enne Cutrone. Tutti rigorosamente Under-25, una risorsa preziosa e futuribile per i rossoneri chiamati a scalare le gerarchie in Italia e in Europa. Solo Fiorentina (25.60 anni) e Crotone (25.79) tallonano il Milan in Serie A, campionato che curiosamente trascina in coda Inter e Roma (entrambe con 28.17 anni di età media) e pure la Juventus (29.44). L’undici più anziano del torneo risponde ancora al Chievo (31.59), esperienza assoluta nonché palma nera in materia di gioventù. Le società votate alla maturità in Europa vanno circoscritte nell’area meridionale come gli israeliani dell’Hapoel Ashkelon (29.79), tuttavia i finlandesi dell’HIFK di Helsinki (29.89) rappresentano un caso più unico che raro nel nord continentale.

Dalla Bundes alla Premier

Detto delle italiane, l’eccellenza in termini di talenti schierati in prima squadra spetta alla Bundesliga e alla Ligue 1. Sono 7 i club tedeschi presenti nella top 100 dove manca piuttosto il Bayern Monaco di Ancelotti: 12° il Lipsia (23.37) dello scatenato classe 1996 Timo Werner, 44° il Bayer Leverkusen (24.59) del 18enne Havertz. Nella lista anche Friburgo (25.07) e Wolfsburg (25.26), Stoccarda (25.26) e Amburgo (25.26) fino al Colonia (25.34). La Francia piazza invece 6 squadre capitanate dal Lille (22.80), leader nella top 5 dei campionati europei: non è un caso che alla guida della squadra figuri il Loco Bielsa, allenatore apprezzato dai più giovani come ribadito dalla fiducia concessa ai vari Araujo, El Ghazi e Benzia. In classifica trovano spazio pure il Rennes (24.31) al 30° posto e il Tolosa (24.59) al 44° senza dimenticare Bordeaux (25.11), Lione (25.19) e Saint-Etienne (25.20).

Come la Serie A anche la Liga spagnola piazza una sola esponente nella top 100: è il Valencia (25.06) di Mina, Soler e Guedes al 72° posto. In ritardo Atletico Madrid (26.18) e due superpotenze come il Real (27.06) imbattibile in Europa e il Barcellona (27.57). Va addirittura peggio alla Premier League, assente di lusso nella graduatoria del CIES: la prima squadra inglese avvistata è il Newcastle di Rafa Benitez (25.57) al 113° posto tra i 466 club analizzati. Mediamente indirizzate ai 26 anni il Liverpool e le due società di Manchester, età coerente con Chelsea e Tottenham ma non con l’Arsenal (27.28) di Wenger. Un’analisi che inevitabilmente sta già facendo discutere Oltremanica. Scommettere sui giovani è possibile, basta guardare al podio della top 100: terza posizione per i croati della Lokomotiva Zagabria (22.37), formazione preceduta dal NAC Breda (21.96) e soprattutto dagli ucraini dello Stal Kamianske (21.67). Sicuramente sconosciuti tra i radar del grande calcio eppure imbattibili nella politica della linea verde: magari meno brillanti per quanto riguarda i risultati, d’altronde occupano la penultima posizione nella Premier Liga ucraina.

Classifica per Paesi

Nei 31 campionati europei presi in esame dal CIES, la Serie A arranca al 26° posto con un’età media generale di 27.32 anni non lontana dalla Super Lig turca (28.63), ovvero il torneo più anziano del ranking. Leggermente più confortante il trend di Germania (26 anni), Francia (26.16), Spagna (26.96) e Inghilterra (27.22) nell’eccellenza dei migliori tornei continentali. Guarda altrove il podio votato ai più giovani in Europa: bronzo all’Eredivisie (25.10 l’età media), Croazia in seconda posizione (24.59) fino al primato della Slovenia (24.51) insuperabile in materia di fiducia e minutaggio concesso ai talenti in rampa di lancio. Appena laureatasi campione d’Europa nel basket grazie allo strapotere del 18enne Luka Doncic, l’ex Paese membro della Jugoslavia guadagna un’altra lode stavolta in ambito calcistico.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche