Roma, Di Francesco: "Competitivi come Juve e Napoli. Dzeko gioca"

Serie A
difrancesco

L'allenatore giallorosso presenta la sfida di domani all'Olimpico contro l'Udinese. "Juve e Napoli hanno Dybala e Mertens, noi il gruppo. Nainggolan ieri si è allenato con noi, oggi sarà un esame per lui. Se sta bene verrà convocato" 

Archiviato il 4-0 di Benevento, la Roma si proietta verso l'anticipo di domani contro l'Udinese di Delneri. Si giocherà alle 15:00 all'Olimpico, visto che poi la squadra dovrà affrontare la lunga trasferta in Azerbaigian per giocare contro il Qarabag in Champions League. Da Trigoria, Eusebio Di Francesco presenta la sfida contro i bianconeri.

Tra Udinese e turnover

"Tutte le partite nascondono delle insidie. Dobbiamo avere lo stesso atteggiamento avuto con Verona e Benevento. L'Udinese ha dei valori importanti, sta raccogliendo meno di quello che ha seminato. Il turnover aiuta quando arrivano i risultati, da quando sono qui ho sempre parlato di collettivo. Non ho mai parlato di 'titolari e riserve', ho sempre detto di avere due giocatori per ruolo: per far capire che tutti sono indispensabili. Nainggolan ieri si è allenato con la squadra, oggi sarà l'ultimo esame. Se andrà tutto bene sarà convocato sicuramente e potrebbe anche essere della partita". 

Sulla Serie A poco competitiva...

"Poca competitività in Serie A? Un campionato con meno squadre può essere una soluzione, anche se non sta a me deciderlo. Credo anche però che chi si sia conquistato la Serie A debba avere la possibilità di giocarsela. Il divario tra le grandi e le piccole c'è, detto questo però la differenza si vedrà meno con l'andare avanti del campionato: anche le piccole si abitueranno"

"Juve e Napoli hanno Dybala e Mertens, noi il collettivo"

"Quali possono essere i Dybala e Mertens della Roma? Abbiamo tanti giocatori di qualità, sicuramente Dzeko è uno di questi. Quando abbiamo costruito questa Roma però ci siamo basati sul collettivo, ci credo molto. E preferisco quando le partite le vinciamo grazie al contributo di tutti. Io credo di allenare una squadra forte, che può competere con Juventus e Napoli. Loro hanno dimostrato di avere più solidità finora, per tanti motivi. Tra i quali la continuità. Noi abbiamo cambiato tanto, però sono convinto che recupereremo terreno, convinzione e consapevolezza. Queste vittorie, senza prendere gol, ci danno tanta forza. Ma il campionato è ancora lungo".

Il ruolo di Defrel e gli altri giovani

"Defrel è stato preso per essere l'alternativa di Dzeko, ma l'ho anche fatto giocare a destra e lui si è sacrificato. Piano piano lo riporterò al centro, con il rientro di Schick farò ulteriori valutazione. Siamo ancora in costruzione, con tanti giovani tra i quali Under che vanno centellinati. Fuori ci sono Emerson e Karsdorp: il primo sta procedendo bene, oggi ha avuto un controllo ad Amburgo. Sta rispettando i tempi. Karsdorp ha avuto un piccolo problema muscolare: come Schick, voglio prima allenarli bene e poi metterli in campo, non voglio avere fretta".

Turno di riposo per Dzeko e Kolarov?

"Kolarov e Dzeko domani giocheranno, poi valuterò di volta in volta. Ci sono dei viaggi di mezzo, ma loro domani giocano: è giusto sfruttare la loro grande onda di entusiasmo e forza dopo queste gare".

Il rapporto con la piazza

"Ogni mondo è paese, le critiche e il gradimento ci sono ovunque. Non mi piace solo quando si parte prevenuti, sono qui per la Roma e non per me stesso. Quando parlo di collettivo intendo questo, mi sento integrato. Il resto, quello che c'è attorno, me lo faccio scivolare addosso. Il rapporto è ottimo, le persone che mi incontrano per strada mi fanno sentire grande affetto"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche