Inter, partenza epica: Brozovic incanta. Mai così bene dal 2002

Serie A
Brozovic dopo il gol al Benevento (GettyImages)

I nerazzurri sono secondi a 19 punti con sei vittorie e un pareggio. Solo altre cinque volte l'Inter aveva iniziato un campionato con questi ritmi, ma poi solo una volta è riuscita a vincere lo Scudetto: nel 1988-89. Protagonista dell'ultimo successo Brozovic

RISULTATI E CLASSIFICA

Una partenza così non si vedeva dalla stagione 2002-2003 quando l'Inter di Vieri e allenata da Héctor Cuper arrivò seconda in campionato alle spalle della Juventus. Nelle prime sette giornate collezionò sei vittorie e un pareggio (proprio contro la Juve). Tempi diversi, ma qualità della rosa molto simile. Se nel 2002 in attacco c’era Vieri, adesso Spalletti può contare su Icardi, ma decisivo nella vittoria contro il Benevento è stato Marcelo Brozovic: giocatore rinato dopo essere stato messo da parte per motivi disciplinari da Frank De Boer.

Epic Inter: una partenza così solo ai tempi di Trapattoni e Mazzola

L'Inter non è nuova a inizi di campionato da ritmi scudetto. Lo stesso era avvenuto nella stagione 1966-1967, nel 1988-89 e nel 1997-1998, oltre che nel già citato 2002. Ma curiosamente i neroazzurri sono riusciti a vincere il campionato solo nel 1989. In quell'anno però la squadra di Trapattoni inanellò 15 risultati utili consecutivi, vincendo 13 partite e pareggiandone tre, prima di perdere la prima gara contro la Fiorentina. Difficile per Spalletti ripetersi a questi ritmi, anche perché in rosa non ci sono giocatori come Bergomi e Matthaeus.

Il '98 è l'anno fatidico del rigore non dato a Ronaldo dopo il fallo di Iuliano. L’Inter vince otto partite e ne pareggia due nelle prime dieci, per arrivare seconda, sempre dietro la Juve. Meglio fa nel 1966 quando vince tutte le prime sette gare, ma Mazzola, Facchetti e compagni arrivano sempre secondi, a un punto dalla solita Juventus.

L'Inter nel 1967 (LaPresse)
L'Inter nel 1967 (LaPresse)

Con il Benevento Brozovic e Candreva hanno fatto la differenza

Nella vittoria esterna contro il Benevento Spalletti ha detto di essere orgoglioso del collettivo, ma è la qualità dei singoli che ha consentito all'Inter di riuscire a vincere sei partite e pareggiarne una, pur non avendo un gioco degno di nota. Candreva è tornato ad essere decisivo, a differenza delle altre gare di campionato in cui aveva fatto un solo assist nelle ultime 11 partite, pur giocando 943 minuti. Il "man of the match" dell'incontro è stato Brozovic, autore di una doppietta. Spettacolare il gol su punizione. L'Inter non segnava da calcio piazzato dal mese di marzo, dal gol di Banega contro l'Atalanta. Spalletti ha avuto parole di encomio nei confronti del suo centrocampista: "Può giocare ovunque, con lui non abbiamo bisogno di altri trequartisti".

Questa è la seconda doppietta in serie A per il calciatore nerazzurro. La prima è stata nel dicembre 2016 contro il Genova. Brozovic è arrivato all'Inter nel gennaio del 2015 dalla Dinamo Zagabria. A febbraio ha esordito in serie A con il Sassuolo e ha segnato la sua prima rete in neroazzurro nell’ultimo turno di campionato, contro l’Empoli. Nella stagione successiva, 2015-2016, ha realizzato 7 gol in 35 presenze. Dopo essere stato messo ai margini da De Boer è stato pienamente reintegrato da Pioli, prima della definitiva esplosione con Spalletti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche