Roma, Di Francesco: "Troppo attendisti per il Napoli. E quanti infortuni..."

Serie A
Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma (getty)

L'allenatore giallorosso dopo lo 0-1 dell'Olimpico: "Tutte le squadre che hanno giocato contro il Napoli sono state massacrate dal punto di vista del palleggio, noi abbiamo tenuto loro testa". Sul livello degli azzurri: "Non hanno avuto infortuni e non sono andati in tournée: mi piacerebbe avere più tempo". Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

Il Napoli è troppo forte anche per la Roma. La squadra di Eusebio Di Francesco cade per la seconda volta in stagione in casa: all'Olimpico finisce 0-1 per gli azzurri, ora distanti 9 punti in classifica (i giallorossi hanno una gara da recuperare contro la Sampdoria, ndr). Un palo e una traversa - rispettivamente di Fazio e Dzeko - lasciano l'amaro in bocca all'ex allenatore del Sassuolo, che così analizza la gara dopo il 90': "Nel primo tempo siamo stati un po' troppo rispettosi, avrei voluto una squadra più aggressiva. Nel secondo tempo lo siamo stati: la squadra inizialmente non mi è piaciuta perchè prevedibile. Tante squadre che hanno giocato col Napoli sono state massacrate sul palleggio, noi abbiamo tenuto loro testa, peccato perchè siamo un po' mancati nella parte centrale della partita".

"Napoli senza infortuni, mi piacerebbe poter scegliere..."

Sul Napoli, Di Francesco ha le idee chiare: "Loro in più agli altri hanno meccanismi collaudati, non sono partiti in tournée, non hanno avuto infortuni", ha continuato. "Per un allenatore non avere delle alternative non è di grandissimo aiuto. Se io mi alleno dall'inizio come ha fatto il Napoli è diverso, noi invece con Schick che arriva a settembre può farsi male più facilmente. Non cerco alibi, ma mi piacerebbe poter scegliere. Il Napoli ha qualcosina più di noi in questo momento, ha più lavoro alle spalle". Manolas KO per un problema muscolare: "Si è fatto male proprio quando ha lasciato palla a Mertens. Mi auguro che non sia importantissimo come infortunio, ma penso sia quasi impossibile vederlo già titolare contro il Chelsea".

"Per oliare i meccanismi ci vuole tempo"

L'allenatore giallorosso è poi tornato a parlare della gara: "Nel secondo tempo ci siamo messi 4-3-3 e riuscivo ad alternare le due mezzali, osando qualcosina in più. Era quello che dovevamo se vogliamo essere una grande squadra. Siamo stati troppo attendisti e questo ha permesso al Napoli di gestire con più facilità la palla. Nel primo tempo non ci sono stati grandi palle gol da parte degli azzurri. Il Napoli è stato più in partita nel primo tempo, noi di più nel secondo tempo". In chiusura: "Per come avevamo preparato questa partita mi aspettavo un'aggressività diversa, ma bisogna dare merito anche agli avversari, bravi ad uscire bene da determinate situazioni. Nel primo tempo serviva più malizia, all'intervallo ho chiesto alla squadra di essere più arrembante. Per attuare determinati meccanismi ci vuole tempo e le pause non aiutano".  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche