Sampdoria, Giampaolo: "Merito dei giocatori, importante avere un'identità"

Serie A
Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria (Foto: Getty Images)
giampaolo_getty

L'allenatore dei blucerchiati ha commentato la vittoria sull'Atalanta ai microfoni di Sky Sport: "Il nostro pubblico non merita di vedere partite anonime. Caprari? L'ho messo al posto di un trequartista perché eravamo sotto. Niente di speciale"

SERIE A, TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELL'8^ GIORNATA   RISULTATI E CLASSIFICA

Non smette di sorprendere, la Sampdoria di Marco Giampaolo. Dopo il Milan, un’altra vittima illustre: quell’Atalanta che ormai incanta da oltre una stagione. I bergamaschi erano andati in vantaggio e avevano chiuso il primo tempo sopra grazie alla rete di Cristante. Poi, i cambi dell’allenatore blucerchiato hanno risolto la partita: dopo il pari di Zapata, le reti di Linetty e Caprari (entrambi subentrati) hanno completato la rimonta per il 3-1 finale. “I gol sono merito dei calciatori, io faccio delle scelte. L’Atalanta è forte e ci ha messo in difficoltà, che gioca bene e non butta mai la palla, l’aveva dimostrato contro Napoli e Juve. Nella ripresa abbiamo trovato più spazi e la squadra si è espressa meglio, ma questa è la squadra che ci ha creato più difficoltà, anche più del Milan. Non so se la Sampdoria potrà essere l’Atalanta dell’anno scorso, l’importante è avere un’identità, poi ognuno lo fa attraverso le proprie idee” ha commentato l’allenatore.

Giampaolo: “Cambi? Niente di speciale”

Giampaolo ha concluso così: “Non dobbiamo giocare partite anonime, abbiamo un pubblico che non merita di vederle. Il risultato finale è sempre figlio di intensità, qualità tecniche e tanti altri aspetti. Ho cambiato un trequartista con una punta perché eravamo sotto, l’ingresso di Caprari poteva spostare l’equilibrio, non ho fatto niente di particolare: era la partita che lo richiedeva. Chi mi venderanno? Abbiamo tempo per porci questi problemi (ride, ndr)”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche