Udinese, fiducia a tempo per Delneri. L'allenatore: "Buona gara per larghi tratti"

Serie A
Luigi Delneri, allenatore dell'Udinese (Getty)
delneri_getty

Le parole dell'allenatore bianconero nel post partita: "Nel primo tempo avremmo addirittura meritato di andare in vantaggio ma non possiamo permetterci di concedere certe occasioni alla Juve. Usciamo con delle certezze negative e positive dal match". La società intanto valuta il profilo di Reja

All'Udinese di Luigi Delneri non basta l'iniziale vantaggio segnato da Perica per conquistare punti contro la Juventus. Alla Dacia Arena di Udine la gara contro la formazione di Massimiliano Allegri termina 6-2 per i campioni d’Italia. Dopo l'iniziale vantaggio, infatti, i friulani subiscono le reti di Khedira (tre), Rugani e Pjanic; il pareggio per la squadra di Allegri è frutto di un'autorete messo a segno da Samir, prima che Danilo segnasse il gol della momentanea parità in apertura di secondo tempo. Nulla da fare nonostante la superiorità numerica (con la Juve rimasta in 10 dopo l'espulsione di Mandzukic al 26’), l’Udinese non riesce dunque a ritrovare la vittoria e la situazione che riguarda Delneri resta complicata: dopo il ko contro la Fiorentina nel turno scorso, la famiglia Pozzo ha fatto capire che quella per l’allenatore è una fiducia a tempo. Dopo la gara la dirigenza ha mostrato segnali di insofferenza, perché la squadra non è riuscita a far valere la superiorità numerica e per il pesante passivo maturato al novantesimo. Probabilmente il risultato non porterà ad un esonero immediato, ma intanto inizia a circolare la possibilità che Edy Reja possa prendere il posto di Delneri se le cose non dovessero migliorare. Si tratterebbe di una soluzione "friulana", con l’allenatore ex Napoli e Lazio che sarebbe pronto ad accettare. 

Mercoledì, intanto, la squadra tornerà in campo nel turno infrasettimanale e affronterà il Sassuolo per migliorare la classifica che la vede attualmente a 6 punti dopo 9 giornate. Al termine della gara, questo è stato il commento dell'allenatore bianconero: "La partita è stata determinata da due reti su palla inattiva che ha segnato la Juve, davanti avevamo una squadra che ha giocatori importanti, che giocano la palle in maniera veloce e dal mio punto di vista quando abbiamo preso due gol da calcio piazzato l'abbiamo pagata a caro prezzo. Buffon poi è stato molto bravo, ha fatto due interventi importanti ma credo che nel primo tempo avremmo addirittura meritato di andare in vantaggio; non possiamo comunque permetterci di concedere certe occasioni alla Juventus che non sbaglia. Poi noi siamo stati stanchi e abbiamo subito altre reti da una squadra che ha grandi qualità. I giocatori sanno di aver fatto una buona gara contro una grande squadra, abbiamo la voglia di fare le cose per bene e ci sono calciatori che oggi hanno giocato molto bene come ad esempio Perica. Dobbiamo migliorare ed usciamo con delle certezze negative e positive da stasera". L’umore a Udine è grigio anche per quanto riguarda i tifosi, che al termine della partita hanno manifestato il loro malcontento con alcuni cori rivolti (per la prima volta) anche al proprietario del club, Gino Pozzo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche