Serie A: calendario, programma, orari della 10^ giornata

Serie A
serie_a_getty__7_

Il turno infrasettimanale inizia stasera con Inter-Sampdoria. Domani alle 18.30 c'è Atalanta-Verona, la giornata si completa alle 20.45 con tutti gli altri incontri: Napoli e Juve affrontano rispettivamente Genoa e Spal, il Milan cerca il rilancio contro il Chievo, la Roma ospita il Crotone, la Lazio va a Bologna

Il Napoli capolista, la credibilità dell'Inter di Spalletti, la crisi del Milan, il carattere della Juve... Solo alcuni dei temi che ci ha lasciato la nona giornata di campionato appena trascorsa e che potrebbero trovare conferma o meno a pochi giorni di distanza, con il tuno infrasettimanale. Si apre martedì sera con lo scontro tra due delle squadre più in forma del momento, Inter-Sampdoria; mercoledì alle 18.30 Atalanta-Verona, alle 20.45 in campo tutte le altre contemporaneamente.

INTER-SAMPDORIA (oggi ore 20.45, diretta su Sky Sport 1 HD, Sky Calcio 1 HD, Sky SuperCalcio HD)

Due sconfitte negli ultimi due incroci con la Sampdoria, per l’Inter: tante quante ne aveva rimediate nelle precedenti 24 sfide. Storicamente, però, l’Inter è la squadra contro cui i blucerchiati hanno perso più partite (63) e subìto più gol (214) in Serie A. L'Inter arriva da cinque successi di fila in casa e in quattro di queste gare ha segnato almeno due gol: era dal 2007/08 che non rimaneva imbattuta nelle prime nove giornate di campionato e vincendo eguaglierebbe la miglior partenza di sempre nell’era dei tre punti a vittoria (26 punti nelle prime 10 come nel 1997/98). Ottimo avvio anche per la Samp, che non totalizzava 17 punti nelle prime otto partite dalla stagione 2009/10, quando chiuse quarta. Tra gli ex-blucerchiati, Eder, la rivelazione Skriniar e Icardi, che ha segnato in due delle tre partite giocate al Meazza contro la Samp.

ATALANTA-VERONA (mercoledì ore 18.30, diretta su Sky Sport 3 HD, Sky SuperCalcio Hd e Sky Calcio 2 HD)

L’Atalanta ha un solo punto in meno rispetto alle prime nove giornate dello scorso campionato, ha subìto gli stessi gol (13) e ne ha segnati due in più (14). Il Verona, ancora alla ricerca del primo successo in trasferta (ha alternato un pareggio a una sconfitta nelle prime quattro gare fuori casa di questo campionato e nelle ultime tre ha sempre incassato almeno due reti) si affiderà ancora all’ex Pazzini, 12 presenze in A con i nerazzurri nel 2004/05, che ha nell’Atalanta la sua vittima preferita: otto reti in 17 confronti. In questo campionato il “Pazzo” è a quota 3 gol, tutti segnati su rigore: tra Serie A e Serie B ha trasformato tutti gli 11 rigori calciati con la maglia dell’Hellas.

CHIEVO-MILAN (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Tre sconfitte esterne consecutive per il Milan: è dal maggio 1998 che non ne colleziona quattro di fila in Serie A in una singola stagione. Il Chievo, invece, è imbattuto da sei giornate, nelle quali ha raccolto tre vittorie e tre pareggi, ed è da febbraio 2009 che non rimane imbattuto per sette gare di fila. La squadra di Maran è quella che è andata più volte alla conclusione di testa (27) e che così ha segnato più gol (4): tre di questi portano la firma di Roberto Inglese, che è anche il giocatore, al pari di Immobile e Simeone, ad essere andato più volte al tiro con questo fondamentale (10). Il Milan, dalla sua, detiene il record di conclusioni da fuori area in questo campionato: ben 80, ma solo due di queste si sono poi trasformate in gol (entrambi di Suso).

GENOA-NAPOLI (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Sport 1 HD)

Con il pari contro l’Inter, il Napoli ha interrotto a 13 la striscia di successi consecutivi in Serie A: è comunque imbattuto da 21 gare di campionato, con 18 vittorie e 3 pareggi. Tra i segreti della squadra di Sarri c’è una nuova solidità difensiva: solo 16 i tiri nello specchio concessi agli avversari nelle prime nove giornate. Sfida tra la squadra che ha perso più punti da situazione di vantaggio in casa in questa Serie A (il Genoa, 5) e quella che ne ha recuperati di più da situazione di svantaggio in trasferta (il Napoli, 6). Una curiosità: Hamsik è il giocatore che è stato sostituito più volte nei top-5 campionati europei considerando tutte le competizioni: ben 12 sostituzioni su 14 match giocati, partendo sempre da titolare.

JUVENTUS-SPAL (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Un solo successo per la Spal nei 32 confronti in Serie A contro la Juventus: si tratta del 3-1 che risale al 10 febbraio 1957. Nelle 16 sfide tra le due squadre giocate in casa della Juventus, i bianconeri hanno sempre trovato la rete: 2.2 gol a partita di media. La sconfitta con la Lazio ha interrotto la serie di 41 risultati utili consecutivi della Juventus in casa in Serie A, mentre i 6 gol all’Udinese l’hanno resa il miglior attacco del campionato: era dal 1959/60 che la Juventus non segnava almeno 27 gol nelle prime nove giornate. In particolare, la squadra di Allegri ha segnato 10 gol nella prima mezz’ora di gioco, un parziale nel quale la Juventus ha primeggiato anche nello scorso campionato. Record di gol anche da fuori area: 5, nessuno come i bianconeri.

ROMA-CROTONE (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Calcio 4 HD)

I due gol di Kolarov hanno portato quattro punti alla Roma: il serbo è il difensore che ha contribuito con le sue reti a più punti per la propria squadra ed è anche l’unico giocatore ad aver già segnato due gol su punizione diretta in questo campionato: l’ultimo difensore a segnare più di due gol su punizione diretta in uno stesso campionato è stato Sinisa Mihajlovic nel 2004/05 (4). La Roma, però, ha anche subìto gol in sette delle ultime otto gare casalinghe di campionato, perdendo ben tre volte nel parziale. Affronta un Crotone che ha raccolto un solo punto nelle prime quattro trasferte stagionali, dove ha sempre preso gol (12 in totale, incluse due cinquine da Atalanta e Sampdoria).

CAGLIARI-BENEVENTO (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Calcio 8 HD)

Nessun precedente tra Cagliari e Benevento tra Serie A e B: un solo incrocio nella Coppa Italia 1982/83, terminato 1-1. Si sfidano quelle che probabilmente sono le due squadre più in difficoltà del momento. Il Benevento è diventata la prima squadra nella storia della Serie A a perdere tutte le prime nove partite stagionali e ha una percentuale realizzativa del 2%: dei 92 tiri tentati solo due sono stati trasformati in gol. Il Cagliari invece ha perso le ultime cinque partite, segnando in una sola di queste. C’è un dato, però, che può rassicurare i sardi e riguarda gli scontri con le neopromosse: il Cagliari ha vinto cinque degli ultimi sei.

FIORENTINA-TORINO (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Calcio 6 HD)

La Fiorentina è la squadra che ha segnato più gol con i nuovi acquisti in questo campionato: 10. Théréau, che ha segnato tre reti nelle ultime due giornate, ha trovato il gol anche nell’ultimo incrocio con il Torino in Serie A (nell’ottobre 2016, con la maglia dell’Udinese). La squadra di Mihajlovic risponde con l’ex Ljajic (78 presenze e 15 gol in A con i viola), che ha trovato gol o assist in otto delle ultime nove trasferte di A (sei reti, due assist). Precedenti a favore della Fiorentina, imbattuta da ben 27 partite interne di campionato contro il Torino: l’ultimo successo granata in Toscana risale addirittura all’ottobre 1976 (0-1 con rete di Francesco Graziani).

BOLOGNA-LAZIO (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Calcio 5 HD)

La Lazio è l’avversaria contro cui il Bologna ha segnato più gol in Serie A (173): i rossoblu, però, non hanno vinto nessuno degli ultimi otto incroci contro la Lazio rimanendo a secco in quattro delle ultime cinque partite interne. Proprio le trasferte, in questo campionato, non sembrano intimorire la Lazio: sono quattro le vittorie esterne consecutive ottenute finora, partite in cui ha sempre segnato almeno due gol. Il totale, per la squadra di Inzaghi, è di 22 punti: con almeno un pareggio a Bologna stabilirebbe il suo nuovo primato nelle prime 10 giornate di Serie A. Un nome su tutti, anche se scontato: Ciro Immobile ha segnato quattro gol nelle ultime tre gare contro il Bologna, tra cui una doppietta al Dall'Ara nello scorso campionato. Inoltre ha trasformato quattro rigori in quattro presenze consecutive: l’ultimo a riuscirci in Serie A era stato Zlatan Ibrahimovic con il Milan nel dicembre 2011.

SASSUOLO-UDINESE (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Calcio 7 HD)

Rodrigo De Paul ha partecipato attivamente a quattro degli ultimi sette gol dell’Udinese in campionato: una rete e tre assist vincenti. L’Udinese è, alla pari del Napoli, la squadra che ha mandato a segno il maggior numero di giocatori in questo campionato (11, dopo gli ultimi gol di Danilo e Perica). Non era mai capitato, invece, che Domenico Berardi arrivasse alla nona giornata di un campionato di Serie A con un solo gol all’attivo. Per il Sassuolo appena tre gol su azione in questo campionato. due portano la firma di Matteo Politano.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche