Juve-Spal, Allegri: "Buffon e Chiellini non giocano. Nessun caso Dybala"

Serie A

Impegno casalingo per la Juventus di Massimiliano Allegri, che presenta il match di domani sera (h20:45) contro la Spal. Le sue parole in conferenza stampa: "Bisogna rispettare la Spal. Il settimo scudetto? Sarebbe oltre la leggenda. Come sostituisco Mandzukic? Semplice, con Douglas Costa"

Dopo la schiacciante vittoria di Udine, impegno casalingo per la Juventus nel turno infrasettimanale, valido per la decima giornata di Serie A: all'Allianz Stadium arriva la neopromossa Spal, che non vince dalla seconda giornata. Massimiliano Allegri presenta la sfida in conferenza stampa da Vinovo: "Insidie in una partita come Juventus-Spal? Ci sono, innanzitutto perché quelli di domani sono tre punti uguali a quelli di domenica e a quelli di sabato; bisogna avere grande rispetto della Spal che è partita bene e ha continuato a giocare bene, è una squadra ben organizzata. Le sconfitte che ha subito sono state quasi tutte di misura. Noi dovremo fare una partita seria. Turnover? Domani mattina deciderò, non ci sarà tanto turnover perché ci sono giocatori che hanno bisogno di giocare. Buffon e Chiellini non giocano, Dybala, Higuain e Douglas Costa sì. Cuadrado o Bernardeschi? Uno dei due, devo ancora fare questa scelta. A sinistra giochera Alex Sandro".

"Higuain si è preso la Juve sulle spalle"

Buffon, dopo Udinese-Juve aveva detto che Allegri avrebbe dovuto proiettare a Vinovo il video con la prestazione di Higuain: "No, non l'ho fatto, ma Higuain ha fatto delle partite importanti perché è cresciuto di condizione, gli manca solo il gol ma lo troverà nelle prossime partite. Si è caricato la squadra sulle spalle, è ritrovato e ha un grande entusiasmo. Marchisio? Sta bene ed è pronto per uno spezzone di partita, De Sciglio si è allenato con la squadra, anche il suo è un rientro importante".

L'esperienza in passato alla Spal

"Fu un’esperienza importante e determinante per la mia carriera. Ma la cosa bella di Ferrara era che pur avendo difficoltà societarie respiravi l’aria di una società storica e importante. La Spal merita la Serie A, per la squadra che ha costruito e per l’allenatore che le impartisce concetti giusti. Spero che si salverà”.

No al razzismo

Una tematica attuale è quella che riguarda l'oltraggio alla memoria di Anna Frank. Domani ci sarà un minuto "di riflessione" prima di ogni partita: "La Juventus è sempre stata in prima linea contro il razzismo, come lo sono io: siamo contro qualsiasi azione dispregiativa che venga fatta".

Gli infortunati e il sogno scudetto

"Matuidi si sta allenando, speriamo di recuperarlo per sabato. Sturaro invece non ha ancora smaltito l'affaticamento e come lui Benatia non ha smaltito la botta. Quindi domani saremo in 16 più 3 portieri, come all'antica". Allegri ha parlato anche di scudetto: "Importante iniziare a pensare al 7° scudetto come un'impresa, non è una cosa che si può dare per scontata perché la normalità dovrebbe essere perdere, non raggiungere un traguardo simile. Un'impresa così sarebbe oltre la leggenda".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche