Inter, approvato il bilancio dall’assemblea dei soci: rispettato il fair play finanziario

Serie A

L'assemblea dei soci ha ratificato il bilancio approvato il 30 settembre dal cda. L’Inter ha chiuso la stagione 2016-2017 con un rosso di 24,6 milioni di euro. Aumentati i ricavi a 318,2 milioni

I miglioramenti dell'Inter non si vedono solo in campo ma anche nella gestione della società da parte del nuovo proprietario cinese Zhang Jindong: l'assemblea dei soci ha ratificato il bilancio della stagione 2016-2017, approvato dal cda il 30 settembre, con un rosso di soli 24,6 milioni di euro, il 41,2% in meno rispetto all'anno precedente. Nel 2015-2016, infatti, il deficit era stato di 59,6 milioni. Rispettati anche i parametri del fair play finanziario con un aumento dei ricavi che sono saliti a 318,2 milioni di euro (compreso l’utile). L’ultima volta si erano fermati a 241 milioni. In sostanza gli introiti sono cresciuti di 78,2 milioni, il 32,7% in più rispetto al 2015-2016. L'Ebitda è pari a 67,5 milioni. 

Positivo il commento dell’Ad Alessandro Antonello: "Grazie al duro lavoro di abbiamo potuto garantire i risultati positivi dell'anno finanziario 2016/2017. Un trend di crescita e sostenibilità che ci accompagna nella strada intrapresa per tornare ai più alti livelli del calcio europeo. Ciò che è stato fatto finora è parte di quanto si sta programmando per rendere la nostra squadra sempre più competitiva e il nostro Club un modello sportivo di successo".

Il Fair Play finanziario

Per partecipare alle competizioni Uefa bisogna rispettare il fair play finanziario. Questo nuovo regolamento è stato introdotto dall'Uefa nel 2011 e prevede soprattutto l’obbligo di pareggio di bilancio, oltre alla nessuna presenza di debiti arretrati verso altre società, dipendenti e autorità di vario genere e alla fornitura di informazioni finanziare che riguardano il futuro. In sostanza le società non devono investire più di quanto guadagnano. Ma come riporta lo stesso sito della Uefa sono previste delle eccezioni. Queste consentono perdite per 5 milioni di euro e deroghe speciali per il 2017 che riguardano deficit fino a 30 milioni se ripianate tempestivamente dagli azionisti di riferimento. Inoltre le spese per il settore giovanile e per gli impianti non vengono conteggiate nel calcolo del bilancio. L'Inter rientra in quest’ultimo caso perchè il deficit di 24 milioni è dovuto proprio alle spese sostenute per il vivaio e per le infrastrutture sportive. Per questo motivo la perdita non è stata conteggiata e il club di Zhang Jindong ha rispettato i parametri imposti dal Uefa.   

All'assemblea dei soci erano presenti, oltre ad Antonello, anche Javier Zanetti e Steven Zhang, figlio del proprietario del club. Assenti invece il presidente Erick Thohir e il padre dello stesso Steven, Zhang Jindong.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche