Udinese, Delneri: "Serve un'altra partita di squadra, miglioriamo"

Serie A
Luigi Delneri, allenatore dell'Udinese (Getty)
delneri_getty

Queste le parole dell'allenatore bianconero prima della sfida contro l'Atalanta: "Le sconfitte ci dicono che dobbiamo migliorare, i risultati sono altalenanti ma ribadisco che abbiamo gli elementi per uscirne fuori"

Parola d'ordine: continuità. L'Udinese vuole continuare a vincere e a migliorarsi, specie dopo il turno infrasettimanale col Sassuolo. Dopo i malumori e la panchina traballante, Delneri si sente più sicuro. Ora vuole continuare su squadra strada. Di fronte a lui, domenica alle 3, l'Atalanta di Gasperini, avversario tutt'altro che semplice e reduce dalla vittoria col Verona: "Hanno ottimi giocatori, dobbiamo stare attenti". Ecco le parole di Delneri in conferenza. 

"Risultati altalenanti, miglioriamo"

Così Delneri: "Questa è una tiritera che continua dalla gara con il Chievo. Le sconfitte ci dicono che dobbiamo migliorare, i risultati sono altalenanti ma ribadisco che abbiamo gli elementi per uscire da questa situazione. Mercoledì hanno giocato giocatori “a sorpresa” per dare turnover a De Paul, Lopez, Fofana. La squadra ha risposto molto bene. Dobbiamo andare avanti cercando di migliorare, mi conforta che il gruppo sia unito, con grande spirito di sacrificio". E ancora: "La prestazione è stata di gruppo, magari non eccelsa, ma si è visto spirito di sacrificio, coesione. La squadra ha dimostrato di avere le qualità per andare avanti". Continua Delneri, sulla squadra e sulle individualità: "Per me prima della tecnica e della tattica, conta soprattutto ragionare, lavorare da squadra. Dobbiamo applicarci di più tatticamente".

"Occhio all'Atalanta..."

"Loro esprimono un gioco aggressivo, Ilicic non fa rimpiangere molto chi è andato via. Castan che doveva venire qui e sta facendo molto bene… Hanno struttura molto intensa. Noi dobbiamo giocare il nostro tipo di calcio se riusciamo, dobbiamo cercare di fare la partita, come abbiamo cercato di fare sempre". Adnan sta facendo bene: "Altrimenti non avrebbe giocato. Se un giocatore mi dà affidabilità, me lo deve poi confermare. Credo sempre nei miei giocatori, ma mi devono dimostrare di fare quello che facciamo in allenamento. Come ho fatto giocare Pezzella, faccio giocare Adnan. Mercoledì ha dimostrato grinta, applicazione e domenica, se non si fosse fatto scappare Khedira, avrebbe fatto una partita perfetta. Mi è piaciuto molto Samir centrale, nasce centrale però è stato finora schierato esterno perchè avevamo bisogno di certe caratteristiche. Abbiamo scoperto un’alternativa in più in difesa". Bene Behrami: "Ha sempre avuto questa caratteristica. Spero che mantenga sempre questo carisma. E’ importante che i giovani prendano esempio da giocatori di questa esperienza".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche