Hellas Verona, Pecchia: "Vorrei continuità. Il lavoro darà i suoi frutti"

Serie A
Fabio Pecchia, allenatore dell'Hellas Verona
pecchia_ansa

L'allenatore gialloblu spinge i suoi alla vigilia della sfida di Cagliari: "Dobbiamo fare punti contro tutti, non bastano solo le dirette concorrenti. Possiamo recuperare". Su Cerci: "Soddisfatto del suo atteggiamento, sta crescendo esponenzialmente"

Cagliari-Hellas Verona può considerarsi a tutti gli effetti una sfida salvezza: 6 i punti in classifica per i gialloblu, 9 quelli dei sardi. Per la squadra di Pecchia una nuova occasione per dare continuità al buon periodo di forma: "Da diverso tempo proviamo a raccogliere punti ma non ci riusciamo, tuttavia se la squadra continua con questo atteggiamento sono certo che potremo recuperarne diversi. Dobbiamo pensare a fare punti contro tutti, non bastano solo le dirette concorrenti per la salvezza”, ha detto l’allenatore nella consueta conferenza della vigilia. “Siamo usciti con amarezza dalle ultime gare considerando il risultato, visto che l’atteggiamento faceva presagire esiti diversi. Chiaramente il risultato finale è però l’unica cosa che conta, e questo deve migliorare. Mi piace dare continuità alla squadra, vedo una certa compattezza, stiamo cercando di dare un’identità precisa alla squadra; mi piace il modo di stare in campo e fare le due fasi in assoluto equilibrio, sono certo che queste cose daranno i propri frutti”. Sulle assenze: “Abbiamo perso diversi giocatori già tempo fa, come Ferrari e Buchel, ora si sono aggiunti anche Bessa e Kean. Mi concentro sui giocatori che ho, quello che succederà in corsa poi si vedrà, cercherò di dare equilibrio all’organico”.

"Cerci sta crescendo esponenzialmente"

Pecchia ha poi parlato dei rossoblu di Lopez: “È una squadra che ha la giusta esperienza, avendo a disposizione giocatori di un certo valore messi nelle migliori condizioni. Sarà una sfida ostica ma noi dobbiamo fare la nostra partita, affrontandola col giusto atteggiamento e personalità. Il Cagliari viene da una stagione in A, chiaramente questo dal punto di vista dell’esperienza è un punto a favore per loro. Il mio obiettivo è concentrarmi sui miei ragazzi: l’importante è far crescere la squadra di volta in volta e adattare piccoli accorgimenti in base all’avversario”. Su Pazzini e Cerci: “Giampaolo è entrato in un buon momento per noi, contro l’Inter; lui e Cerci si cercano molto e aiutano tantissimo il reparto, sono molto soddisfatto soprattutto dell’atteggiamento di Cerci: la sua condizione è in forte crescita, sta recuperando davvero rapidamente. Da lui ci aspettiamo sempre di più, gara dopo gara. Le sue ultime stagioni pesano perché non ha avuto continuità nel lavoro, ritrovarla adesso quindi è chiaro che per lui sia un’ulteriore sfida. Ad ora però ci sta riuscendo e ne sono contento”. Suggestione Lee: “Si è buttato a capofitto nel lavoro fin dal primo giorno, entra sempre in campo con l’atteggiamento giusto e col coraggio di assumersi le proprie responsabilità. Sta crescendo tatticamente e fisicamente, potrà darci sicuramente qualcosa di importante. Sono molto contento della sua crescita e delle sue qualità”, ha concluso Pecchia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche