Del Piero, visita a Messi e Dybala. Tra talento e suggestioni: "Chi indosserebbe la 10"?

Serie A
del_piero_argentina

Una foto, una quantità smisurata di talento. Alex Del Piero ha fatto visita al ritiro dell'Argentina: una squadra speciale, per lui. Dal suo "erede" Dybala a Messi, passando per Aguero. Questione di futbol allo stato puro, questione di... 10. E se giocassero insieme, a chi toccherebbe indossare quella maglia?

E' stato un compleanno speciale per Alessandro Del Piero. Vissuto lontano dall'Italia, come ormai spesso è abituato a fare. Pinturicchio, in Russia per la presentazione di Telstar18 (il pallone dei Mondiali), ne ha approfittato per fare visita al ritiro dell'Argentina. Messi e compagni affronteranno la Russia in amichevole a Mosca, un'occasione e una coincidenza da sfruttare per un incontro che suscita tante suggestioni. A partire da quella a tinte bianconere: Del Piero e Dybala, Dybala e Del Piero. Da quest'anno accomunati anche dalla maglia numero 10. Alex stima e ha tanta fiducia nella Joya, lo ha dichiarato anche pubblicamente. Tra i due c'è in sospeso anche una sfida a suon di calci di punizione: "Alex, la facciamo qui in Russia?" aveva twittato Dybala. Una simpatica provocazione, ma la sfida si farà. Intanto Dybala ne ha approfittato per fare a Del Piero gli auguri di buon compleanno personalmente, dopo che su Twitter aveva scritto: "Buon compleanno Alex, una leggenda con cui mi sarebbe piaciuto tanto giocare".

Classe e talento al potere

Già, giocare insieme. E pensare che, tolto Del Piero, l'Argentina può davvero permettersi di avere in squadra Messi, Aguero, Dybala (senza dimenticare gli altri...). "Chi indosserebbe la maglia n.10?", si chiede Del Piero. Bella domanda, Alex. Destinata a restare senza risposta. Una domanda che non si porrebbe però, se a giocare insieme fossero Kakà, Zidane, Del Piero e Xabi Alonso. Ognuno avrebbe il suo numero e potrebbe permettersi il lusso di portare al campetto anche la propria personale Coppa del Mondo. 1998, 2002, 2006, 2010. E fuori dal selfie, comunque presente, anche Podolski: 2014. Facciamo pure cinque Campioni del Mondo. In occasione del ritiro di Andrea Pirlo (questa sera ospite a Sky Sport 24 nel prepartita di Svezia-Italia, dalle 19:30), Del Piero aveva scritto: "Smettere di giocare è un dettaglio, i campioni come te non daranno mai l’addio al calcio". Aveva proprio ragione: anche quando hanno smesso di giocare, i campioni come loro restano "portatori sani" di calcio. E vederli assieme suscita sempre grandi emozioni.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche