Spalletti: "Ramires? La rosa è forte, ma se possibile la miglioreremo. L'Italia farà la partita che deve fare"

Serie A

L'allenatore dell'Inter, ospite in una serata di beneficenza a Firenze, ha fatto il bilancio della stagione, iniziando dalla classifica: "Merito ai calciatori: vedo la voglia di costruire cose importanti"

C'è da preparare la partita contro l'Atalanta, valutare le condizioni di Icardi e gestire le voci sul mercato di gennaio, senza dimenticare l'obiettivo Champions e un campionato molto competitivo. Luciano Spalletti ha parlato a 360 gradi, iniziando dall'Inter: "Abbiamo fatto tanti punti, all'inizio della stagione ce lo auguravamo ma non è stato facile. Il merito va alla squadra che ha fatto bene, anche perché i posti in Champions sono quattro e le squadre in corsa sono molte". Tra queste potrebbe tornare anche il Milan: "In carriera ne ho viste di situazioni ribaltate, anche in un solo girone e quando nessuno credeva fosse possibile". Intanto, nella prossima giornata di serie A l'Inter affronterà l'Atalanta: "Mauro Icardi? Ha un leggero gonfiore al ginocchio ma è già in via di miglioramento, sono fiducioso che lo staff medico me lo darà a disposizione per la prossima partita".

Vittoria meritata per 3-2 peccato solo il finale di gara per il resto siamo una squadra unita e compatta🔵⚫️ #Sampdoria#Inter#FCInter#SerieATim

Un post condiviso da Luciano Spalletti 🅥 (@spallettiofficial) in data:

Sul mercato

Il tecnico nerazzurro ha affrontato anche le questioni di mercato e non si è mostrato preoccupato per il malumore di Joao Mario: "E' normale e giusto che voglia giocare di più ma finora quelli che hanno giocato non mi pare abbiano fatto male... Comunque per me non ha detto niente di particolare". E poi sul brasiliano Ramires che, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe vicinissimo all'Inter: "Abbiamo appena parlato di Joao Mario, come gli dico che arriva un altro nel suo stesso ruolo? Abbiamo una rosa corretta e forte, certo se ci sarà la possibilità di migliorarla lo faremo".

Su Italia-Svezia

Infine, la gara di ritorno del playoff Italia-Svezia: "Ho avuto Ventura come allenatore, ti sa emozionare e ti convince a fare qualsiasi cosa per il bene della squadra. Ti toglie le paure. Poi ha un gruppo esperto che sa gestire questo tipo di pressioni: l'Italia farà la partita che deve fare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche