Caso Behrami, l'Udinese ritira il ricorso alla Fifa dopo un incontro con la Federazione Svizzera

Serie A
Behrami_getty

"I malintesi fra ASF e Udinese Calcio sono stati risolti in maniera costruttiva da entrambe le parti e i rapporti si sono quindi normalizzati" - si legge nel comunicato ufficiale della società bianconera. La disputa era nata dopo la tardiva convocazione di Behrami (infortunato) per la doppia sfida tra Svizzera e Nord Irlanda

Udinese-Svizzera, c'è il lieto fine. Il caso legato alla convocazione di Behrami da parte di Petkovic per la doppia sfida contro l'Irlanda del Nord, valida per conquistare un pass per i Mondiali di Russia 2018, si è concluso con il ritiro del ricorso che il club bianconero aveva presentato alla Fifa. L'Udinese contestava la validità della convocazione, arrivata in ritardo di cinque giorni rispetto al termine ultimo (22 ottobre) e, oltretuto, dopo aver comunicato alla Federazione Svizzera che il giocatore era infortunato. Le acque si erano già calmate dopo che l'Udinese aveva preso atto della scelta di non aver fatto giocare Behrami in nessuno dei due match; oggi, dopo un incontro distensivo tra le parti, si è arrivati alla decisione di ritirare l'esposto.

Il comunicato

Decisione ufficializzata oggi: "Nel corso della giornata di ieri - si legge sul sito della società - l’Udinese Calcio e l’Associazione Svizzera di Football (ASF) hanno avuto occasione di confrontarsi sul tema della convocazione del giocatore Valon Behrami. Il confronto, pacato e costruttivo, ha portato a una riconciliazione tra le parti, che si basa su due importanti assunti: l’ASF ha confermato il disguido temporale della convocazione del giocatore, rispetto ai tempi dettati dalla normativa vigente della FIFA; Udinese Calcio ha preso atto del senso di responsabilità dell’ASF per non aver fatto giocare Behrami a causa del suo infortunio muscolare, e dell’opportunità sfruttata di averlo avuto in gruppo per dare loro il suo sostegno morale nelle due decisive gare contro l’Irlanda del Nord.

'Siamo soddisfatti dell’intesa raggiunta con l’Associazione Svizzera di Football - ha commentato il Direttore Generale dell’Udinese Calcio, Franco Collavino - che pone fine in maniera amichevole a un diverbio giuridico fra le due parti'. 'È nostra cura - ha detto Claudio Sulser, delegato alla Nazionale Svizzera - mantenere buoni rapporti con le società in cui militano i nostri calciatori. Siamo contenti di aver chiarito e risolto questo malinteso con l’Udinese e auspichiamo buone future collaborazioni'. I malintesi fra ASF e Udinese Calcio sono stati risolti in maniera costruttiva da entrambe le parti e i rapporti si sono quindi normalizzati. Sussiste la concreta intenzione di lavorare per una collaborazione futura che si poggi su basi solide, considerando che numerosi nazionali elvetici hanno giocato e giocano con l’Udinese: Gökhan Inler, ex-capitano dei rossocrociati, Gelson Fernandes e adesso Silvan Widmer e Valon Behrami. A seguito della riconciliazione intercorsa, Udinese Calcio ha ritirato il proprio ricorso presso la FIFA".

SERIE A: SCELTI PER TE