Roma, Di Francesco: "Nainggolan un ninja. Che emozione vincere il derby da allenatore. Ora non fermiamoci"

Serie A

Eusebio Di Francesco commenta la vittoria nel derby: "Siamo stati bravi ad attuare il pressing alto e ad impedire le loro ripartenze". Nainggolan: "Non potevo mancare il derby, voglio sempre aiutare i miei compagni. Scudetto? Non parliamone..."

LA CRONACA - LE PAGELLE - LE FOTO

Un derby intenso, divertente e, per la Roma di Eusebio Di Francesco, vincente. I giallorossi riescono ad avere la meglio sulla Lazio al termine di una partita conquistata all'inizio del secondo tempo con i gol di Perotti (su rigore) e Nainggolan, frutto di una pressione feroce e collettiva messa in campo dalla Roma. Il rigore di Immobile regala pathos e sofferenza nel finale, ma il derby è giallorosso: Di Francesco scavalca Inzaghi in classifica. Ecco le sue parole nel post-partita su Sky Sport: "Siamo stati bravi ad impedire alla Lazio le ripartenze, con la nostra aggressività che ci ha permesso di avere in mano la partita. Abbiamo attuato una grande pressione, come avevamo fatto a Firenze. Nel primo tempo potevamo farlo meglio e un po' di più, ma bene nel complesso. E' stata una scelta ben precisa, che poteva toglierci qualcosa ma che invece ci ha dato tanto".

"Nainggolan? Un ninja! Ora non fermiamoci"

Grande protagonista è stato Nainggolan, in forte dubbio alla vigilia per la lesione riportata in nazionale: "E' davvero un ninja - commenta Di Francesco - è riuscito ad assorbire una lesione in pochi giorni con una volontà di ferro. E poi ha grande qualità come calciatore". La vittoria nel derby proietta la Roma ai piani alti della classifica: "Speriamo di restarci più a lungo possibile. Me lo aspettavo? Credo molto nel lavoro e in quello che cerco di proporre: la cosa più difficile qui è entrare nella testa dei giocatori, ma adesso sono convinti di quello che fanno e sono cresciuti tanto. Non dobbiamo fermarci, Roma ci chiede continuità. Meglio vincere il derby da allenatore o da giocatore? Mi tengo stretto questo. Era il primo per me e in panchina si soffre molto di più che in campo, ve l'assicuro".

Nainggolan: "Siamo sul pezzo. Scudetto? Niente pronostici, porta male"

A caldo sono arrivate anche le parole di quello che probabilmente è stato il migliore in campo insieme a Perotti, Radja Nainggolan. Pensare che il belga non doveva neanche giocarla questa partita: "Ma non volevo mancare in un match così importante, voglio sempre dare una mano ai miei compagni. Abbiamo fatto quello che serviva per vincere, dando tutto: siamo sul pezzo, abbiamo fatto un pressing alto e Di Francesco ci ha detto di aumentarlo ulteriormente. Dobbiamo continuare così per ottenere più risultati utili possibili e migliorare: forse dopo il 2-0 abbiamo un po' mollato. Scudetto? Non ne voglio parlare, cerchiamo di qualificarci in Champions League. Non voglio fare pronostici, porta male".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche