Inter, Icardi: "Scudetto? Due anni fa eravamo primi, poi siamo crollati. Vedremo a maggio"

Serie A
icardi_inter_getty

L'attaccante argentino dopo la doppietta all'Atalanta: "Successo importante, dovevamo vincere e l'abbiamo fatto. Scudetto? Anche due anni fa eravamo primi, poi siamo crollati. Il nostro obiettivo è la Champions, poi penserò al Mondiale"

Doppietta decisiva ed altri tre punti regalati all'Inter. La partita contro l'Atalanta la decide Mauro Icardi, di testa. L'argentino segna due gol in nove minuti, permettendo così a Luciano Spalletti di riavvicinarsi al Napoli e alla vetta della classifica. Un'altra notte da protagonista a San Siro per Mauro Icardi, che ha commentato così il successo contro l'Atalanta: "E' una vittoria importante, dovevamo vincere e l'abbiamo fatto – ha dichiarato l'attaccante dell'Inter - Noi dipendiamo da noi e questo era il risultato che dovevamo fare. Scudetto? Anche due anni fa a Natale eravamo primi, poi siamo crollati. Dobbiamo continuare così, poi a maggio vedremo se saremo capaci di restare in alto. Se siamo forti dobbiamo dimostrarlo, il Napoli continua a vincere e dobbiamo farlo anche noi".

"Voglio Champions e Mondiale"

Mauro Icardi, in queste due settimane, è rimasto ad Appiano Gentile a lavorare con Luciano Spalletti, non potendo rispondere alla convocazione dell'Argentina a causa di un fastidio al ginocchio. L'attaccante, però, ha recuperato per la sfida contro l'Atalanta, risultando decisivo: "Il fastidio al ginocchio alla fine l'ho sentito un po' di più, ma in settimana lavoreremo bene – prosegue Icardi - Il tendine mi da' un po' fastidio ma se continuo a segnare così va benissimo. Obiettivi personali? L'obiettivo è tornare in Champions con l'Inter, poi dopo penserò al mondiale".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche