Inter, Spalletti: "Squadra divisa tra titolari e esclusi? Solo nella mente dei nostri nemici..."

Serie A

L'allenatore nerazzurro risponde su Instagram a chi parla di squadra divisa tra titolari e riserve: "Solo nella mente dei nostri nemici c'è questa distinzione. Le partite si vincono tutti insieme durante la settimana"

'L'Inter dei titolarissimi'. Una frase che, in questa stagione, è stata ripetuta tante volte, per descrivere l'undici base che Luciano Spalletti ha più volte utilizzato in questa stagione. Una formazione che, praticamente, si recita a memoria. Con Handanovic in porta e D'Ambrosio, Miranda, Skriniar e Nagatomo in difesa. Gagliardini e Vicino a centrocampo, Candreva, Borja Valero e Perisic alle spalle di Icardi. Un undici schierato per cinque volte consecutive, dal derby del 15 ottobre a Inter-Torino del 5 novembre. Contro l'Atalanta, invece, c'è stata una sola novità, rappresentata da Davide Santon. Inter divisa tra titolari e riserve? Luciano Spalletti non ci sta e risponde così: "Solo nella mente dei nostri nemici può esistere una distinzione tra esclusi e titolari. Le partite si vincono tutti insieme durante la settimana. Sempre più uniti, sempre più Inter", ha scritto l'allenatore nerazzurro sul suo profilo Instagram.

#senzatregua

Un post condiviso da Luciano Spalletti (@lucianospalletti) in data:

"C'è stata l'esigenza di creare nuovi titolari"

E della gestione della rosa, nonché della rotazione degli uomini a disposizione, Luciano Spalletti aveva già parlato in questo modo nel post partita di Inter-Sampdoria: "Mi servono altri quattro o cinque calciatori, nella lunghezza del campionato servono giocatori che hanno la stessa qualità di quelli delle altre squadre – dichiarò l'allenatore nerazzurro - Abbiamo avuto l'esigenza di creare dei titolari, per dare delle convinzioni. E poi, successivamente, cercare di inserire qualcun altro tipo Santon. Inizialmente era un po' teso, poi si è scelto. Per cui, soprattutto a dicembre quando ci saranno partite ravvicinate, bisognerà fare qualche sostituzione in più. E lì sapremo se abbiamo lavorato bene".  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche