Il Bologna ferma la Samp: finisce 3-0. Gol e highlights

Serie A

I padroni di casa sbloccano la gara subito al 3' con Verdi che poi serve l'assist per il raddoppio di Mbaye. Torosidis viene espulso a fine 1° tempo, ma la Samp non riesce a segnare. Nel finale Okwonkwo cala il tris e la formazione emiliana sale al 7° posto in classifica

CLICCA QUI PER RIVIVERE LA PARTITA

CLASSIFICA E RISULTATI

LE PAGELLE

BOLOGNA-SAMPDORIA 3-0

3' Verdi, 23' Mbaye, 73' Okwonkwo

TABELLINO

Bologna (4-3-3): Mirante; Mbaye, Gonzalez, De Maio, Torosidis; Donsah, Pulgar, Poli; Verdi (69' Okwonkwo), Destro (46' Masina), Palacio (79' Taider)

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano, Bereszynski (66' Alvarez), Silvestre, Ferrari, Strinic (8' Murru); Barreto, Torreira, Verre; Ramírez (46' Caprari); Zapata, Quagliarella

Ammoniti: Torosidis (B), Bereszynski (S), Ferrari (S)

Espulso: Torosidis (B)

Doveva essere la gara delle conferme per la Sampdoria, una prova di maturità dopo la vittoria contro la Juventus nell’ultimo turno. E invece la squadra di Giampaolo rimedia una sconfitta per 3-0 al Dall’Ara dal Bologna e mette fine a una striscia di tre successi consecutivi che avevano rilanciato le sue ambizioni stagionali. Una sconfitta che arriva al termine di una gara viziata da un avvio shock della Samp che dopo 23’ si ritrova subito sotto 2-0 sotto i colpi di Verdi e Mbaye. Il numero 9 è il vero mattatore del match: prima sblocca il risultato al 3’ con un tap-in, poi serve l’assist per il compagno. L’espulsione di Torosidis costringe la squadra di Donadoni a giocare tutto il secondo tempo in inferiorità numerica. Gli uomini di Giampaolo cercano di riaprire la partita nella ripresa, ma non riescono ad accorciare le distanze, complici anche un paio di grandi interventi di Mirante. Al 74’ è Okwonkwo, appena entrato, a far scendere i titoli di coda sul match con la rete del 3-0. La Samp frena dopo 3 vittorie di fila, il Bologna sale al 7° posto in classifica.

Verdi da urlo: gol e assist in 23 minuti

Il Bologna ha vinto solo uno degli ultimi sette incontri in campionato giocati al Dall’Ara, ma contro la Sampdoria parte subito arrembante. Alla squadra di Donadoni bastano appena 3 minuti per sbloccare la partita: Torosidis apre sulla sinistra per Destro che salta un avversario e calcia cercando il palo lungo, Mirante respinge corto e sulla ribattuta si avventa Verdi che firma il vantaggio con un facile tap-in. Quarto gol in campionato per l’attaccante del Bologna, che ha partecipato attivamente a cinque delle ultime sei reti della sua squadra in questa stagione (tre gol e due assist). I padroni di casa continuano ad imporre il loro gioco con un’ intensità che mette in difficoltà la Samp. AL 7’ è Donsah a recuperare il pallone respinto da Quagliarella e a liberare il destro da lontano: la sua conclusione è potente, ma imprecisa e non trova la porta. Come se non bastasse l’inizio di partita shock, gli ospiti perdono per infortunio Strinic dopo otto minuti: problemi fisici per il difensore croato che lascia il campo e al suo posto entra Murru. Il Bologna continua a crescere e sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dal solito Verdi, è Pulgar a provarci dalla distanza, ma Viviano riesce ad intervenire. La Samp prova a reagire dopo un avvio da incubo e cerca il pareggio prima con Quagliarella e poi con Ramirez, ma le loro conclusioni vengono murate dalla difesa della squadra di Donadoni. E’ solo un sussulto per gli uomini di Giampaolo, perché il Bologna è padrone del campo e al 23’ trova anche il raddoppio: Verdi questa volta si veste da uomo assist e trova la testa di Mbaye sugli sviluppi di una battuta dalla bandierina. Il senegalese taglia sul primo palo, prendendo il tempo a Zapata, e insacca alle spalle di Viviano. Terza rete in Serie A per lui, che aveva segnato le altre due proprio contro la Sampdoria, la sua vittima preferita – nonché unica – nella massima serie. Incassato il secondo gol, la Sampdoria si scuote e cerca subito di accorciare le distanze con Ramirez, che approfitta del disimpegno non perfetto di De Maio e tenta di sorprendere Mirante dalla linea di fondo, ma il portiere del Bologna è attento e blocca la conclusione dell’uruguaiano.

Torosidis lascia in 10 il Bologna per tutta la ripresa

La formazione di Donadoni sembra poter amministrare il doppio vantaggio, ma alla fine del primo tempo arriva l’episodio che rischia di cambiare l’inerzia della gara: sul lancio in profondità di Ferrari, Torosidis incrocia la corsa con Zapata e lo mette giù al limite dell’area. Maresca fischia il fallo ed estrae il secondo giallo per il giocatore greco che lascia la sua squadra in 10 per tutto il secondo tempo. Terzo cartellino rosso in Serie A per lui, il 7° per il Bologna nel 2017: solo il Milan ne ha collezionati di più nello stesso periodo (10). Sulla punizione che ne scaturisce Ramirez centra in pieno la barriera e il direttore di gara decide di mandare le due squadre al riposo. La formazione di Donadoni deve difendere i due gol di vantaggio in inferiorità numerica per tutta la ripresa.

Assedio Samp, il Bologna resiste: Okwonkwo cala il tris appena entrato

Donadoni corre subito ai ripari ad inizio secondo tempo e inserisce un difensore per rimediare all’espulsione di Torosidis: dentro Masina, fuori Destro. Giampaolo risponde con Caprari al posto di Ramirez. La Sampdoria cerca subito di approfittare della superiorità numerica e dà il via all’assedio alla porta di Mirante. Gli ospiti avevano chiuso il primo tempo sotto di due gol solo in un’altra occasione in questo campionato: era accaduto a San Siro contro l’Inter. In quella circostanza la formazione di Giampaolo era uscita sconfitta per 3-2, ma aveva sfiorato una clamorosa rimonta nel finale. Una rimonta che Quagliarella e compagni cercano con insistenza in avvio di ripresa al Dall’Ara. Gli ospiti aumentano il forcing offensivo e per poco non accorciano le distanze: Bereszynski se ne va sulla destra e mette in mezzo per Zapata che trova però l’intervento di Mirante. La respinta arriva sui piedi di Barreto, che vede il suo tiro deviato in calcio d'angolo. Il terzino polacco esce poco dopo per lasciare il posto a Ricky Alvarez che tocca subito il suo primo pallone e fa partire un ottimo tiro col mancino, ma trova ancora pronto Mirante. La Sampdoria le prova tutte per riaprire la partita, ma il portiere del Bologna si supera ancora pochi minuti dopo respingendo il colpo di testa a botta sicura di Silvestre sul cross di Barreto. Donadoni vede che la sua squadra è in difficoltà e decide di inserire forze fresche: dentro Okwonko – a segno nell’ultimo turno- al posto di Verdi, match winner della gara con un gol e un assit. Al nigeriano bastano 4 minuti per segnare il suo secondo gol consecutivo in campionato – tutti da subentrato: grande merito va Donsah che si esibisce in un travolgente coast to coast e serve il compagno, che col destro batte Viviano. L'attaccante di Donadoni è il giocatore con la miglior media gol in questo campionato: una rete ogni 26 minuti. La squadra di Giampaolo non si arrende e ci prova con Verre, ma il suo destro s’infrange sul palo e sulla respinta Caprari mette fuori. La Samp continua a cercare il gol, ma il risultato non cambia e il Bologna porta a casa tre punti che lo proiettano al 7° posto in classifica.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche