Spal, Semplici: "Con la Roma serve una reazione, non sarà una partita di Coppa Italia ad abbatterci"

Serie A

Le parole in conferenza stampa dell’allenatore della Spal, che dopo la pesante eliminazione in Coppa Italia con il Cittadella dovrà affrontare all'Olimpico la Roma: "Vogliamo portare a casa un risultato positivo, non sarà di certo una partita di Coppa Italia ad abbatterci. Le parole del presidente? Ci servano da stimolo"

Riprendere il cammino in campionato dopo la sconfitta dell’ultimo turno contro il Chievo, riscattare la brutta eliminazione in Coppa Italia per mano del Cittadella e provare a fare lo sgambetto a una delle big della Serie A. Obiettivi chiari per la Spal, che venerdì all’Olimpico affronta la Roma nel primo dei due anticipi della quindicesima giornata. Tanta voglia di rialzare la testa per la squadra biancazzurra, sprofondata al terzultimo posto in classifica. Ad assicurarlo è Leonardo Semplici, che in conferenza stampa ha presentato la gara contro la squadra di Eusebio Di Francesco e ha parlato del momento dei suoi. "Contro la Roma è senza dubbio una trasferta proibitiva – ha detto l’allenatore della Spal -, affrontiamo una squadra forte che può contare su grandissimi campioni, che gioca la Champions League e che è in corsa per lo scudetto. Rispettiamo la Roma, ma andremo all’Olimpico con grande voglia di dare del filo da torcere alla squadra di Di Francesco e magari con l’obiettivo di portare via un risultato positivo".

Dobbiamo reagire, non sarà la partita di Coppa Italia ad abbatterci

In settimana, nel frattempo, è arrivata la pesante eliminazione in Coppa Italia. La sconfitta interna contro il Cittadella – squadra di Serie B – ha anche scatenato la furia del presidente Mattioli, che ha definito "senza palle" alcuni giocatori della Spal. Semplici ha chiesto una reazione anche per questo motivo: "Il presidente ha il diritto di dire quello che pensa. Adesso, per noi, le sue parole devono servire soltanto da stimolo per migliorarci. Di sicuro non sarà una partita di Coppa Italia negativa ad abbatterci. Sappiamo che con la Roma sarà difficile, ma dobbiamo credere nelle nostre qualità. Ai miei giocatori chiedo una reazione – ha proseguito Semplici -, voglio che la squadra torni quella che si è vista nel primo tempo contro il Chievo. Sapevamo che la nostra strada sarebbe stata ricca di ostacoli, ma adesso dobbiamo fare tesoro della sconfitta con il Cittadella per fare in modo che certi episodi non accadano mai più".

Vaisanen out, in attacco corsa a tre per affiancare Paloschi

In chiusura parole su alcuni singoli e sulla possibile formazione da opporre alla Roma: oltre a Costa, Antenucci e Salamon, Semplici non avrà a disposizione Vaisanen. "Sarà out, ha la febbre e non riesce a recuperare. Avremo nuovamente Oikonomou, Viviani e Borriello che erano squalificati a Verona contro il Chievo. Chi giocherà in difesa insieme a Vicari e Felipe? Sceglierò all’ultimo chi schierare tra Cremonesi e Oikonomou, ma l’intenzione è di confermare lo stesso undici visto nell’ultima giornata – ha concluso l’allenatore della Spal -. In attacco valuterò in extremis, c’è Bonazzoli che si sta allenando bene ed è tra i candidati per affiancare Paloschi, così come Floccari e Borriello. Deciderò all’ultimo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche