Roma-Spal 3-1, a segno Dzeko, Strootman e Pellegrini: gol e highlights

Serie A
Edin Dzeko, attaccante della Roma (Foto Getty)

I giallorossi dominano l'anticipo della 15^ giornata di Serie A e salgono a 34 punti con una gara da recuperare. Ospiti subito in 10 per l'espulsione di Felipe, arrivata con l'ausilio del VAR. Dzeko e Strootman regalano il doppio vantaggio ai giallorossi nel primo tempo. Nella ripresa Pellegrini fa tris, Viviani rende meno pesante il passivo per gli emiliani

CLICCA QUI PER RIVIVERE LA DIRETTA DEL MATCH

ROMA-SPAL 3-1

Marcatori: 19' Dzeko (R), 32' Strootman (R), 53' Pellegrini L. (R), 55' Viviani (S)

Ammoniti: 21' Gonalons (R), 65' Grassi (S)

Espulsi: 11' Felipe (S)

Sostituzioni Roma: 60' Gerson (Gonalons), 64' Schick (Ünder), 74' Emerson Palmieri (Kolarov)

Sostituzioni SPAL: 20' Mora (Bonazzoli), 70' Schiavon (Grassi), 78' Borriello (Paloschi)

La Roma raccoglie, senza troppe difficoltà, i tre punti nell’anticipo del 15° turno contro la SPAL. I giallorossi giocano quasi l’intera sfida in superiorità numerica a causa dell’espulsione per gli ospiti di Felipe e sbloccano il risultato con Dzeko che torna al gol dopo un digiuno di due mesi. Dopo la mezz’ora è Strootman a raddoppiare, mentre il tris lo firma Pellegrini a inizio ripresa: per entrambi è la prima rete in campionato. La squadra di Semplici accorcia le distanze con Viviani, ma non basta a evitare la nona sconfitta stagionale. La Roma invece con questo successo aggancia momentaneamente la Juventus al terzo posto e si prepara nel migliore dei modi all’appuntamento decisivo di martedì in Champions contro il Qarabag. 

Primo tempo

La SPAL entra in campo con grande convinzione e dopo meno di quattro minuti mette paura alla Roma con Paloschi che anticipa Manolas sul cross di Lazzari e di testa manda la palla di poco oltre la traversa. È solo un fuoco di paglia però perché i padroni di casa prendono subito le misure e rispondono con la sponda aerea di Dzeko che Ünder conclude a lato. Il bosniaco è il vero protagonista della prima frazione di gioco e dopo dieci minuti procura l’espulsione per chiara occasione da gol di Felipe: il difensore della SPAL viene inizialmente ammonito, poi l’arbitro Abisso, con l’ausilio del VAR, decide di sventolare il cartellino rosso al difensore brasiliano. La Roma a questo punto, con la superiorità numerica, alza il ritmo e mette alle strette la formazione di Semplici. El Shaarawy chiama al grande intervento Gomis, poi Dzeko di testa pecca prima di precisione e poi di potenza e non riesce a concretizzare il vantaggio. L’1-0 è questione di minuti e arriva puntuale al 20’: bellissima palla in verticale di El Shaarawy a scavalcare la difesa, Dzeko raccoglie e col mancino mette in rete, grazie anche all’aiuto del palo interno. Poco dopo Manolas ha subito l’occasione per raddoppiare, ma un grande Gomis risponde presente. Alla mezz’ora l’attaccante numero 9 costruisce la sua sesta occasione della partita e anticipa il raddoppio realizzato da Strootman che sfrutta un assist di tacco di El Shaarawy e un rimpallo fortunato e con un mancino violento firma il suo primo gol in campionato. La SPAL soffre tremendamente e rischia il tracollo con Dzeko che vola a tu per tu con Gomis, bravissimo a ipnotizzarlo ed evitare il 3-0. Nel recupero è Gonalons a sfiorare la rete, ma il suo colpo di testa termina alto.

Secondo tempo

Nel secondo tempo il copione non cambia, con Dzeko che fa tutto da solo, salta un paio di uomini ma conclude in mondo lento e centrale. Il 3-0 arriva comunque e lo realizza Pellegrini di testa (primo gol in maglia giallorossa), bravo a saltare più in alto di tutti sul cross di Kolarov. Il triplo vantaggio dura giusto una manciata di secondi perché dall’altra parte di campo Manolas trattiene Mora in area, commettendo la seconda ingenuità dopo quella nel derby. Dal dischetto si presenta l’ex Viviani che spiazza Alisson, ma l’arbitro fa ripetere per i troppi uomini in area. Il centrocampista al secondo tentativo opta per il cucchiaio, il brasiliano para con un colpo di reni ma non può nulla sulla ribattuta dello stesso Viviani che fissa il punteggio sul 3-1. Il resto è pura accademia per la Roma, con Di Francesco che concede minuti a Gerson, Schick e al rientrante Emerson (assente dal 28 maggio). La giovane mezz’ala verdeoro approccia bene la gara, servendo di prima intenzione Kolarov che prova la conclusione violenta col mancino, respinta con i piedi da Gomis. Nel finale sono Schick e lo stesso Gerson ad avere l’opportunità del poker, ma entrambi sprecano colpendo male il pallone da buonissima posizione.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche