Hellas Verona, Pecchia: "Sconfitta che lascia rabbia, ma dobbiamo continuare a lavorare"

Serie A
Fabio Pecchia, allenatore dell'Hellas Verona (getty)

L'Hellas Verona continua a faticare in casa e non dà continuità alla vittoria ottenuta nello scorso turno contro il Sassuolo. Fabio Pecchia commenta la sconfitta contro il Genoa: "Facciamo buone prestazioni ma raccogliamo troppo poco. Salvezza? Credo in questo gruppo"

Una buona prestazione, ma ancora una sconfitta casalinga. L'Hellas Verona non dà continuità alla vittoria contro il Sassuolo e si arrende al Genoa. Fabio Pecchia, intervistato ai microfoni di Sky Sport, commenta così la partita: "Stasera non ho visto un passo indietro; è mancato il risultato, ma prestazione è stata ottima contro una squadra che si trova solo momentaneamente in questa zona di classifica. C'è rabbia perché usciamo con 0 punti, ma non meritavamo di perdere. La salvezza? Credo nel gruppo, nella rosa e nella squadra, dobbiamo continuare a lavorare per restare in A; veniamo da buone prestazioni anche se la classifica è sotto gli occhi di tutti. Raccogliamo troppo poco".

"Lotta a 5 per la salvezza? Sì, ma pensiamo a noi"

Pecchia analizza nel dettaglio la gara: "Anche la Roma contro il Genoa non ha creato situazioni pericolose, perché loro giocano molto bassi e non era semplice trovare il varco giusto. Abbiamo creato diverse situazioni in cui potevamo andare in gol e non ci siamo riusciti. Tutti hanno fatto una grandissima prestazione". Pecchia poi individua le principali avversarie nella lotta per la salvezza: "Lotta a 5? Il campionato dice questo, il campionato è diviso in tre fasce. Ma dobbiamo pensare a noi, facendo crescere i ragazzi. Kean? Ha 17 anni, ha grandissimi margini di miglioramento, è arrivato negli ultimi giorni di mercato in una condizioni atletica non delle migliori, ha anche avuto un problema fisico. Valoti? Due anni fa non riusciva a trovare spazio in nessuna squadra di serie B, ma ha tanto talento, può dimostrare il suo valore anche in Serie A. Ha tutto per farlo, ha le movenze di Pastore e qualcosa di Zidane, ma deve ancora dimostrare tanto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche