Juve-Inter, è il giorno: la rassegna stampa dei quotidiani sportivi

Serie A
Le prime pagine dei giornali
COMBO_SITO__3_

"Amici mai". E ancora: "Scudetto ring". Tutte le prime pagine dei quotidiani sportivi italiani sono per il big match tra Juve e Inter, coi nerazzurri in testa alla classifica dopo il 5-0 al Chievo. Spazio anche allo stadio della Roma

Tuttosport l'ha riassunto molto bene, con un titolo accativante: "Chi fuma il toscano?". In prima pagina Max Allegri e Luciano Spalletti, di fronte in Juventus-Inter. Big match di Serie A, i nerazzurri sono in testa alla classifica con 39 punti e la Juve insegue con 37, reduce dall'1-0 inflitto al Napoli di Sarri, secondo a 38. "Scudetto ring" titola la Gazzetta, è un match tra pesi massimi quello in programma all'Allianz Stadium, dove non ci sarà Gigi Buffon. Dybala, invece, potrebbe partire addirittura dalla panchina, con Maurito Icardi titolare per i nerazzurri. 

"Amici Mai"

Il Corriere dello Sport, invece, sottolinea la grande rivalità tra le due squadre, le cui radici sono ben profonde da tanti anni. Gianni Brera coniò un termine passato alla storia. Da Del Piero a Ronaldo, da Higuain a Icardi: la storia di Juve-Inter è radicata nel tempo e resta molto forte. Anastasi infine, sempre sulle pagine del Corriere dello Sport, fa il suo pronostico: "Dico Juventus, è abituata a vincere!". E ancora, più in generale: "Mi piace Dybala quando fa... Dybala. Ciro Immobile? Mi somiglia, è vero. Ed ecco la verità sul Mondiale di Messico 70...". Spazio anche ad Andrea Stramaccioni, ex allenatore nerazzurro oggi allo Sparta Praga. Ha raccontato un aneddoto su Mauro Icardi, scelto proprio da lui come dopo Milito. Poi un po' di amarcord: "La vittoria per 3-1 contro la Juve è stata una delle più emozionanti della mia vita. Ogni volta che incontro Icardi ci scriviamo un messaggio e ricordiamo quello che poteva succedere. Eravamo in Saras, prima di Natale (nel 2013, ndr), Massimo Moratti, Branca, Piero Ausilio ed io. Decidemmo che Mauro sarebbe stato il dopo-Milito e l'Inter Io acquistò. Un aneddoto: 'Qualche settimana dopo giocammo contro la Samp a Marassi e nel sottopassaggio dissi a Icardi: "Qui bellissimo stadio, ma fra qualche mese devi cominciare a segnare anche a San Siro". Mi ha preso “troppo" alla lettera ed è diventato semplicemente una macchina da gol".

Pallotta: "Roma, lo stadio del popolo"

Qualche giorno fa, prima della vittoria della Roma contro il Qarabag nel girone di Champions (passato come prima della classe), la conferenza dei servizi ha approvato il nuovo stadio della Roma, che verrà inaugurato tra il 2020 e il 2021. Il presidente James Pallotta, si legge sul Corriere dello Sport, ha dedicato una lettera ai tifosi della Roma: "Avrete lo stadio del popolo". Capitolo Crotone: Zenga è stato ufficializzato come nuovo allenatore dei rossoblù: "Tirerò fuori la squadra, Ringrazio Vrenna". Dopo le dimissioni di Nicola, il Crotone riparte dall'ex Samp. Il Milan di Gattuso invece, secondo la Gazzetta, prova la difesa a 4 per uscire dalla crisi. Spazio anche alla Lazio, col rientro di Felipe Anderson Inzaghi sta pensando ad un cambio modulo: 3-4-1-2, col brasiliano insieme a Immobile e davanti a Luis Alberto, insostituibile di casa Lazio. Venerdì, infine, è scomparso Volfango Patarca, storico talent scout ed ex responsabile del settore giovanile dei biancocelesti (ha scoperto Nesta, Di Canio, Di Vaio e tanti altri). 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche