Roma, Pallotta: "Stadio per i tifosi, quando entrerò sarà emozionante"

Serie A
James Pallotta, presidente della Roma (Lapresse)

Il presidente giallorosso pubblica una lettera sul Corriere per parlare del nuovo impianto: "E' per i tifosi. Quando camminerò su quel prato verde davanti a 50mila persone sarà uno dei giorni più emozionanti della mia vita"

#Famostostadio. Non più uno slogan, bensì realtà: perché adesso, a distanza di qualche mese dal famoso hasthag lanciato da Spalletti su Sky Sport, lo stadio della Roma si farà davvero. Qualche giorno fa, infatti, la conferenza dei servizi ha approvato il nuovo impianto, che dovrebbe essere inaugurato tra la fine del 2020 e l'inizio del 2021. Un nuovo inizio: "Quando entrerò su quel prato verde di fronte a 50mila persone sarà uno dei giorni più belli di sempre". Questo il commento del presidente Pallotta, che attraverso una lettera pubblicata sul Corriere dello Sport, ha voluto dire la sua sul nuovo impianto, ormai dedicato ai tifosi: "E' per loro!". 

"E' come se mi fossi tolto un peso"

"«Ero solo quando ho ricevuto la chiamata che mi diceva che era stato approvato. Stavo aspettando di guardare la partita di Champions League ed è stato come se un peso enorme mi venisse tolto dalle spalle". E ancora: "Ero contento per i tifosi della Roma che ci hanno sempre sostenuto e che hanno sempre creduto in noi. Ero contento per i tifosi perché questo è il loro stadio. So che quando abbiamo presentato per la prima volta i nostri progetti sull’impianto c’erano molto dubbi sul fatto che potessimo farcela. ‘Pallotta non ce la farà, ‘Gli americani non faranno lo stadio a Roma, non ce la farà nessuno…’.Ma nonostante moltissime persone fossero diffidenti nei confronti della Società, io ho sempre creduto che il progetto sarebbe stato approvato, perché non avrebbe avuto senso il contrario".

"Sarà un giorno emozionante"

Prosegue il presidente giallorosso: "Con il nuovo impianto e il nuovo complesso dedicato all’intrattenimento, potremo aumentare i nostri ricavi e investire ancora di più in termini di giocatori, per far sì che i tifosi della Roma abbiano più possibilità di vedere vincere la propria squadra. Ci consentirà inoltre di investire anche sul team che opera fuori dal terreno di gioco. Ci sono molte persone che ogni giorno lavorano duramente dietro le quinte. Negli ultimi tre o quattro anni ho parlato con moltissime agenzie, che mi hanno detto come i grandi eventi non possano essere ospitati a Roma per mancanza di strutture adeguate. Mi hanno spiegato che Roma è uno dei mercati più importanti d’Europa e che quando il nuovo stadio e il nuovo complesso per l’intrattenimento saranno pronti, gli abitanti di Roma, e non solo gli appassionati di calcio, potranno godere di moltissimi grandi eventi". E infine, conclude Pallotta: "Il pensiero va a quando entrerò nel nuovo stadio, camminerò sul prato, alzerò lo sguardo e vedrò più di 50.000 persone a sostenere la propria squadra e a rendere la vita difficile a quella avversaria. Sarà uno dei giorni più belli ed emozionanti della mia vita. Forza Roma".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche