Mourinho: "Felice per l'Inter. Spalletti come me? Ognuno ha la sua storia"

Serie A

Dopo la sconfitta nel derby contro il Manchester City, Mourinho ha commentato ai microfoni di Sky Sport il momento dell'Inter: "Sono ovviamente contento". E sul paragone con Spalletti: "Ognuno ha la sua storia"

CLICCA QUI PER RISULTATI E CLASSIFICA DI SERIE A

CLICCA QUI PER RISULTATI E CLASSIFICA DI PREMIER LEAGUE

L’Inter pareggia contro la Juventus, e mantiene il primo posto in classifica. In Inghilterra nel frattempo Mourinho perde il derby e scivola a -11 dal City di Guardiola. Amarezza? Tanta, e Mou cerca conforto con l’empatia. Intervistato da Sky Sport al termine della partita, gli è stato chiesto un commento sul grande momento di forma dell’Inter. Semplice, ma accorato: “Contento, ovviamente sono contento. Sono un interista che segue la sua squadra da lontano e vuole che tutto vada sempre bene”. Ma non è finita qui, perché nella domanda c’è anche un commento su Spalletti, vero leader dell’Inter di quest’anno. Più secco Mourinho: “Luciano ha la sua storia e io ho la mia. Lui ha la sua identità e il suo modo di lavorare, nient’altro”.

Tornando sul derby di Manchester, Mourinho è decisamente meno felice: “11 punti di ritardo è una distanza importante, specie in un campionato ultra competitivo come questo. Se c’è qualcosa che non mi farà dormire la notte? Sì, il rigore, netto, e c’erano ancora 20 minuti da giocare”. Infine una parola anche sulla super doppia parata di Ederson negli ultimi cinque minuti, con il risultato che sarebbe potuto essere di parità: “Il portiere è lì per fare questo. I bravi portieri sono lì per fare la differenza. Oggi è stato bravo Ederson a farla”.
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche